Criminalità e terrorismo: il Magistrato Franco Roberti al Liceo Pisacane di Padula

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa

Ancora una preziosa opportunità di arricchimento per gli studenti del Liceo Scientifico “Pisacane” di Padula. Venerdì 30 novembre, dalle ore 11.00, il magistrato Franco Roberti incontrerà gli alunni delle classi quarte e quinte nell’Aula Magna dell’Istituto per una conversazione sui temi più stringenti dell’attualità legati alla criminalità e al terrorismo.

Dal 1993 al 2001 sostituto procuratore nazionale antimafia presso la Direzione Nazionale Antimafia, poi procuratore aggiunto della Repubblica di Napoli e coordinatore della Direzione Distrettuale Antimafia della Procura di Napoli; dal 2009 al 2013 è stato procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Salerno e, a seguire, Procuratore Nazionale Antimafia fino al pensionamento un anno fa; dal maggio 2018 è assessore alla sicurezza nella giunta regionale della Campania.

Franco Roberti è dunque tra i massimi esponenti nella lotta alla criminalità organizzata nel nostro Paese. Da ricordare, in qualità di coordinatore della Direzione Distrettuale Antimafia della Procura di Napoli, i procedimenti penali contro il gruppo stragista del “clan dei casalesi” che portarono alla completa disarticolazione dell’organizzazione, alla cattura e alla condanna di tutti i latitanti.

Il magistrato Roberti parlerà agli studenti de “Il contrario della paura”, un libro nato quando meno se l’aspettava:

“Erano passati pochi giorni dagli attentati terroristici di Parigi del 13 novembre 2015, quando ricevetti la telefonata di un vecchio amico: “Franco, dovrei partire con la mia famiglia per una vacanza. Che dici? Annullo tutto? Dobbiamo avere paura?” Per affrontare efficacemente la sfida epocale alle mafie e al terrorismo non basta il pur necessario contrasto investigativo-giudiziario, come se si trattasse di una semplice questione di ordine pubblico, bensì occorre rimuovere le cause politiche, economiche e sociali che ne hanno favorito lo sviluppo: mafia e terrorismo fungono da agenzia di servizi delle povertà, svolgendo una funzione sostitutiva rispetto alle lacune dello Stato.

E hanno in comune il piano criminale di privarci delle nostre libertà e usare il terrore come strumento per moltiplicare le loro ricchezze. Ma la consapevolezza del pericolo mortale che corriamo non deve spaventarci. Perché la verità è il contrario della paura”

L’incontro con Franco Roberti rientra nel progetto sulla legalità “Prevenzione della corruzione-testimonianze-da Joe Petrosino ai giorni nostri” che il Liceo Scientifico “Pisacane” sta realizzando di concerto con il comune di Padula.

Il dibattito, che sarà moderato dalla giornalista nonché assessore alla Cultura del comune di Padula Filomena Chiappardo, sarà introdotto dai saluti della dirigente scolastica Liliana Ferzola, dal sindaco Paolo Imparato e da una riflessione del giornalista Vincenzo Rubano.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.