L’Indomita c’è. Vittoria per 3-1 su Pomigliano in C. Campania

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
ASD INDOMITA SALERNO – ELISA VOLLEY POMIGLIANO 3-1

(22-25, 25-14, 25-19, 25-21)

ASD INDOMITA SALERNO: Abate, Barbato, Cantarella, Capriolo, Catone, Guardabascio, Magazzeno, Memoli, Morriello (L), Sabatino, Squizzato (L2), Zucchi. Allenatore: Pasquale Vitale – Alfonso Capriolo

Prima lo spavento, poi la gioia. Indomita Salerno – Elisa Volley Pomigliano termina 3-1 con i seguenti parziali: 22-25 per gli ospiti il primo set, 25-14 la seconda frazione, 25-19 il terzo set, 25-21 nel quarto. Tre punti importantissimi per la compagine salernitana che ora si gioca il tutto per tutto martedì 18 dicembre contro Sacs Team Volley Napoli nella terza ed ultima giornata di Coppa Campania.

Il primo set parte a rilento per la compagine biancoblu, abile a risalire la china e a mettere il naso avanti solamente sul punteggio di 13-12. Da quel momento, gli ospiti realizzano una serie di break, fino a condurre il set e vincerlo con il punteggio di 25 a 22.

Tutta un’altra musica nel secondo parziale: l’Indomita incomincia sin dalle prime battute a guadagnare terreno sfruttando gli ottimi turni in battuta di Cantarella e Guardabascio (11-5), gli avversari si rifanno sotto (15-11), ma Cantarella ottiene due punti consecutivi con due schiacciate potentissime, seguite dall’ottimo ace di Abate (18-12). I ragazzi allenati da coach Vitale e Capriolo amministrano il vantaggio e guadagnano ben undici set-point con la battuta in salto di Guardabascio. Il parziale si conclude sul 25-14 per i biancazzurri che si rimettono in carreggiata.

Anche il terzo set è di marca Indomita sin dai primi frangenti (11-8). Guardabascio con un ottimo muro effettua il primo strappo (14-10), poi ci pensa un formidabile Cantarella a portare i suoi sul massimo vantaggio con alcuni punti consecutivi (18-10). Pomigliano ha una reazione d’orgoglio, ricucendo lo strappo di tre punti (21-16), ma l’Indomita è concentrata e chiude il terzo parziale sul 25-19 con l’attacco vincente di Capriolo.

Nel quarto set Pomigliano mette inizialmente il turbo (1-3), ma l’ottimo turno in battuta di Guardabascio (7-4) produce il primo strappo. Tuttavia, gli ospiti rimangono attaccati al match con le unghie e con i denti, rispondendo colpo su colpo (12-10). Poi, emerge il valore dell’Indomita con Magazzeno che timbra il primo massimo vantaggio (17-11). I biancoblu gestiscono il vantaggio e ottengono punti decisivi con due ottimi attacchi di Abate, guadagnando ben quattro match-point.Il primo viene annullato da Pomigliano, il secondo viene concretizzato da Guardabascio che esegue un attacco portentoso.

 

Una vittoria di gruppo, con prestazione sugli scudi da parte di tutti: Guardabascio e Cantarella si confermano on fire, Capriolo gestisce con esperienza i momenti cruciali, di grande livello l’apporto dei centrali Abate e Magazzeno, ottime le difese del libero Morriello.

 

Non ci si ferma mai. Dopo le fatiche di Coppa Campania, con l’Indomita che ha vinto 3-1 contro Elisa Volley Pomigliano nella seconda giornata della coppa regionale, la testa va immediatamente al campionato: gli atleti biancoblu hanno l’opportunità di riscattare il passo falso della scorsa settimana contro Azzurra affrontando il fanalino di coda Marigliano. Guai, tuttavia, a sottovalutare l’avversario che è reduce dal primo punto del suo campionato, ottenuto lo scorso turno.

Coach Alfonso Capriolo analizza la sfida di domani: “Fondamentale ora viaggiare in classifica. Finora siamo stati un po’ penalizzati dal calendario e tante partite alla nostra partita le abbiamo giocate fuori casa dove ho detto, sin dall’inizio della stagione, di come sia difficile fare risultati. Da ora in poi, però, ci sono un paio di partite in cui è d’obbligo fare punti. Contro Marigliano dobbiamo pensare solamente alla vittoria, la sfida con Pompei sarà un ottimo banco di prova. Sarà importante chiudere bene l’anno per l’autostima e il morale. In questo momento, inoltre, abbiamo una rosa penalizzata anche dagli infortuni”.

Coach Capriolo ritorna un attimo indietro, al doppio confronto tra Azzurra e Indomita, avvenuto in pochissimi giorni la scorsa settimana: “Personalmente sono molto rammaricato per la gara persa in Coppa, maturata da piccole disattenzioni nostre e da piccoli episodi in cui l’arbitro ha concesso due punti decisivi all’avversario: prima chiamando un tocco del nostro muro che non c’era e successivamente non chiamando il tocco a muro di Azzurra su un nostro attacco. Sia ben chiaro, sono cose che capitano, gli arbitri possono sbagliare come sbagliamo noi giocatori e noi allenatori. Queste azioni in Serie A vengono visualizzate da un video in quanto l’occhio umano non riesce a valutare bene per questione di millimetri. Per quanto riguarda la sconfitta in campionato, sapevamo di essere svantaggiati in quanto rimaneggiati. Abbiamo avuto parecchie defaillance: dalla febbe per Guardabascio all’assenza per motivi personali di Citro, fino ai problemi muscolari per Manzo e Senatori. Senza giocatori di palla alta sarebbe stata un’impresa titanica ottenere la vittoria. Da ora in poi avremo un po’ di rientri e sono convinto che dimostreremo il nostro valore”. 

 

Su Citro, Capriolo afferma: “È sicuramente un giocatore importante per noi. Deve, tuttavia, ancora annullare il gap per avvicinarsi alle prestazioni di Manzo. Ha sempre fatto il centrale e di conseguenza nelle rotazioni in seconda linea è abituato ad essere in panchina: dunque non è ancora mentalmente in partita, non riesce ad essere incisivo in seconda linea, spesso vanifica ottimi punti in attacco e muro per alcune defaillance in difesa che consentono di fare. Anche l’attacco in seconda linea non è ancora performante, ma bisogna lavorare. È un ragazzo serio, stravediamo per lui e per le sue qualità personali, ha delle doti fisiche impressionanti: siamo convinti che l’unione delle caratteristiche fisiche e mentali consentiranno di togliere il divario che attualmente vi è tra lui e Manzo, il nostro opposto titolare”.

 

Michele Citro fa un bilancio della sua esperienza di quest’anno nel nuovo ruolo e sul rendimento della squadra: “È da poco che mi sto disimpegnando in questo nuovo ruolo, ora sto giocando anche titolare. Sto andando abbastanza bene, è chiaro che devo ancora ingranare, ma sto dando il massimo e cerco di farmi trovare sempre pronto. Siamo rammaricati per alcune partite che potevano ancora andare meglio: ce la stiamo mettendo tutta. Le prossime partite contro Marigliano e Sacs Team in Coppa sono importanti: sia il sottoscritto che i miei compagni lavoreremo sodo per ottenere una grande prestazione in entrambi i match”.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.