Crisi Salernitana, un tifoso scrive a Claudio Lotito

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
12
Stampa
Riceviamo e pubblichiamo la lettera di un tifoso della Salernitana indirizzata a Claudio Lotito dopo la terza sconfitta consecutiva della Salernitana. Ecco il testo a firma di Elvio Forte che è anche giornalista e scrittore.

 

Signor Claudio Lotito,
le scrivo perchè purtroppo le cose non vanno bene come speravo.  Considerato l’andamento della Salernitana e le ultime tre sconfitte consecutive, ho dovuto, ancora una volta, mettere da parte i miei sogni di gloria.​

Dopo aver assistito ad una campagna acquisti, nella quale la società ha avuto senza dubbio, un ruolo di prim’ordine,  eravamo tutti un pò illusi, di poter finalmente disputare un campionato di vertice. Certo nella rosa allestita manca, forse  un uomo d’ordine a centrocampo, ma ci eravamo fatti persuasi che si trattasse della volontà di Stefano Colantuono di avere a disposizione un reparto nevralgico più fisico che tecnico.​

Durante le prime giornate, poi, la Salernitana non è andata male, aveva avuto fortuna, aveva palesato una certa tranquillità e sicurezza, ma ci eravamo sbagliati, anzi avevamo spesso fatto finta di non vedere.

La squadra, durante questi primi mesi, ha giocato senza avere troppe idee, divisa in due tronconi. Gli attaccanti completamente isolati, spesso vengono a prendersi qualche pallone a centrocampo perchè davanti ne arrivano decisamente pochi.

La Salernitana, col suo 3/5/2, conta sempre sull’apporto dei suoi due terzini che ci mettono l’anima, ma raramente riescono a mettere in area di rigore palloni utili per gli avanti granata. Volendo parlare proprio degli esterni difensivi della Salerniatana, non sempre questi riescono a tornare per compiere la fase difensiva. Prendiamo goal, nelle ultime giornate ne abbiamo incassati addirittura nove. Parlo per me,.. , penso tante cose e mi vengono in mente altrettante domande.​

La Salernitana entra in campo senza idee, le altre squadre invece ne hanno di molto chiare. I nostri calciatori sembrano quasi non credere nel lavoro fatto in settimana. Sono svogliati, quasi arrabbiati, poco concentrati, addirittura tristi. In queste condizioni occorre chiarire un punto,.. il seguente: “qualunque società che ha ambizioni di puntare alla promozione, in questa situazione, avrebbe esonerato il tecnico”.

Se questo non avviene, si vede che la Salernitana, continua a non avere nessuna ambizione di serie A. Non mi è dato sapere che senso ha avuto, spendere tanti soldi per costruire questa squadra inutilmente. Probabilmente lei ci ha voluto illudere anche se poi conosce già quale sarà  l’esito finale.

Presumibilmente lei ci farà giocare i play-off, poi, per una presunta “sconfitta sportiva”, li perderemo. A quel punto risulterà che lei avrà fatto di nuovo in pieno il suo dovere. Per adesso, siamo già riusciti a perdere il treno per la promozione diretta in serie A.

Mi chiedo : “Ma a che gioco stiamo giocando?​”
La squadra sembra essere contro questo tecnico, guardando le immagini televisive, ormai non lo ascoltano. Lei fa cose strane caro presidente, dà l’idea al mondo intero, di essere venale,  di non spendere mai denaro fuori luogo. Ma questa volta, verosimilmente, si è fatto mal consigliare, perchè il contratto di Stefano Colantuono è lungo e sfarzoso.

Esonerarlo, significherebbe per lei, continuare a pagarlo e nel contempo avere sotto paga un nuovo tecnico. Probabilmente sarebbe bastato prendere meno calciatori, che ora sono ridondanti, il monte ingaggi non le permette questa manovra.​

Lei si lamenta sempre della piazza salernitana, ma  in casa non siamo quasi mai meno di 10000, in trasferta mai meno di 500. Soltanto le sue mancate doti di ambizione hanno frenato la passione immensa del popolo granata. I tifosi ormai sanno che la società non può puntare ad un obbiettivo più ambizioso di quello della serie B, categoria in cui lei ci ha confinati.

Siamo d’accordo, probabilmente senza il suo apporto la Salernitana sarebbe nelle categorie inferiori oppure non esisterebbe, ma in serie A ci sono tante realtà potenzialmente al di sotto di quella dei granata. Il Sassuolo, l’Empoli, il Chievo, il Frosinone stanno disputando la serie A anche quest’anno, senza avere nemmeno la metà degli spettatori che fa la Salernitana tra i cadetti.​

Da quì proviene la mia rabbia, alcune sue dichiarazioni poi, la fanno aumentare. Noi salernitani vorremmo sognare, puntare ad obbiettivi sempre più elevati, ma questo non ci viene permesso. Molti, stanchi di questo momento stagnante hanno abbandonato questa squadra e ormai discutono solo degli squadroni di serie A. Il tutto è accentuato dalla situazione delle TV, che in questa stagione è disastrosa.​

La nostra storia parla di tanti anni di serie C, tanti anni di serie B, due stagioni in serie A. Agli occhi della moltitudine può sembrare modesta e triste, ma invece non è così, perchè è stata sempre costellata da un grosso orgoglio e da una incredibile passione. La storia poi, su questa terra, relativa a  qualsiasi fattore umano, può essere sempre cambiata.

Io vorrei che lei facesse tutto questo, la Salernitana in  serie A, porta  40000 persone in casa ​e 10000 fuori , lo ha già fatto in passato ed io c’ero.​
Personalmente non mi sento di ringraziarla perchè ci fa disputare la serie B, ma ammetto che gran parte della piazza di questo è contenta e le è grata.

Lei su questo ci marcia, facendo scaturire la mia rabbia. Siamo superiori a molti, inferiori a pochi, tanto da poter ambire ad una di quelle 20, prestigiose, posizioni disponibili in serie A. ​
Forse, in questa stagione, siamo ancora in tempo, abbiamo ancora la possibilità di puntare alla massima serie e di festeggiare nel migliore dei modi il nostro centenario.​

Andiamo in serie A e poi si vede. Troverà sicuramente, tra le sue svariate conoscenze, qualcuno in grado di rilevarla. Ci chiarisca una volta per tutte una questione: “suo cognato non può prenderla?”​
Obbiettivamente questo mercato così sontuoso, a fronte di risultati così scadenti mi puzza di presa in giro.​

L’idea, che lei sta dando a tutti noi è quella che la Salernitana sia solo la succursale della sua Lazio. Le altre tifoserie ormai ci prendono in giro proprio su questo aspetto ed obbiettivamente hanno ragione, perchè come ha visto, nessuno si ribella, nessuno dice nulla.

Molti a Salerno considerano il suo avvento come una manna dal cielo, come la sicurezza economica da sempre desiderata. Ma io invece no, mi sento come un uccello in una gabbia, vorrei volare, insieme alla squadra del mio cuore più in alto possibile. Ci metta alla prova, si sà che per lei nulla è impossibile, lei sminuisce sempre la nostra storia passata fatta di persone che hanno addirittura perso la vita seguendo le sorti di questa maglia.​
Se la trova insignificante, la cambi definitivamente, ci porti in alto, dove probabilmente meritiamo di stare.​

Buon Natale a lei e ai tifosi della Salernitana! .. sperando che le festività siano meno tristi di quelle che si stanno profilando​

Elvio Forte​
Giornalista, scrittore.​
Autore del libro: “Salernitana: questa passione ha quasi un secolo..”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

12 COMMENTI

  1. Belle parole…. Tempo sprecato… Le cose dovrebbero cambiare già da dentro…
    Io, ad allenare una squadra senza un briciolo di ambizione, non ci andrei…
    A comprare giocatori utili ad un bel niente, cercherei una squadra che mi da stimoli e notorietà…
    A giocare per una squadra che se vinci sbagli… Mi guarderei intorno…
    Se la dirigenza fa, e tutti La lasciano fare, noi tifosi possiamo arrabbiarci quanto vogliamo…
    Possiamo disertare lo stadio affinchè venda la società? Mah…

  2. Caro PRESIDENTE CAMBI IL DIRETTORE GENERALE,E VEDRA’LA SQUADRA VOLERA’BUON NATALE.MAGGIORMENTE AI SALERNITANI AUGURI.

  3. Sono sempre più convinto che le vicende sportive intorno alla Salernitana sono una colossale copertura di tutt’altro affare. Non so darmi altre spiegazioni per questa squallida situazione in cui versa la Salernitana. Una squadra che ogni anno dimostra sul campo di meritare la retrocessione ma che è condannata a rimanere in serie B. Orgoglioso di fare parte di una tifoseria meravigliosa (quante anime belle ho visto ieri a Carpi), tra le più appassionate d’Italia, nonostante il nulla rappresentato dalla Salernitana di questa società. Sono molto deluso, invece, da una presunta elite di tifosi attempati e vicini alla società, da quasi tutti i giornalisti Salernitani, che non parlano un linguaggio di verità, e anche dagli ultras della curva Siberiano: la Salernitana è sentimento non interessi e compromessi..

  4. Quoto al 100%! Nemmeno io lo ringrazio, riconosco cosa ha fatto ma nulla più. Coi suoi modi di fare calcio qui ormai sta ammazzando la passione.. ha messo qui Fabiani che si è fatto amico di alcuni club e parte della stampa, e tutti zitti. Non si fa una contestazione che chiunque avrebbe fatto contro la società , chissà come mai! Ci prendono in giro le altre tifoserie e fanno no bene ma benissimo, ce lo meritiamo, ci siamo giocati la dignità per la serie B, abbiamo permesso a questa persona di insultarci, sputare sulla nostra storia, e abbiamo permesso a uno come Fabiani di fare i suoi comodi qua… la Salernitana sta morendo , e Anche i suoi tifosi ( ma per i collusi va tutto bene , baciamo le mani a lotito) , capisco chi si sente preso in giro e non viene più allo stadio. Io ci vado ancora ma con la decima parte dell’entusiasmo di prima, Purtroppo… siamo ancora in tempo noi salernitana a recuperare la dignità persa… SEMPRE E SOLO FORZA SALERNITANA… LOTITO NON SARÀ MAI IL MIO PRESIDENTE

  5. Bella lettera, traspare la passione del tifoso deluso e al contempo appassionato. Per la storia, con la storia…..DELIO ROSSI ALE’….mancano nel contesto Salernitana uomini di rango e carismatici legati alla Salernitana stessa, che facciano da collante tra passione e aspetti tecnici. Uomini come Nicola Salerno, Roberto Breda, Claudio Grimaudo, Giovanni Pisano, Ciccio Tudisco, Luca Fusco e tanti altri…..e su tutti Delio Rossi: uomini che sanno cosa vuol dire vivere questa piazza “particolare”, dal gran cuore e come trasferire ai nuovi calciatori (che a dire il vero quest’anno sono tecnicamente ottimi) questa grande anima granata.

  6. Caro amico Elvio ti sei dimenticato di scrivere che troppi giocatori nn sn affatto così bravi come si dice…..

  7. NON HA SBAGLIATO UNA VIRGOLA. PUNTO PER PUNTO HA SINTETIZZATO TUTTO….COMPLIMENTI DAVVERO……….ORA ASPETTO CON ANSIA IL COMUNICATO DEL “CLUB MAI SOLA” E DEL NOTO AVVOCATO AMICO DI FABIANI…

  8. “Ogni anno a dicembre” …. Sembra la Livella di Totò….!
    Imbarazzante casualità!!! Oramai è un marchio di fabbrica…! Condivido in pieno l ennesima lettera dell ennesimo fratello granata….

  9. Che risposte aspettate???? Pensate davvero che dica la verita’ ??? Tono arrogante e solite menzogne…….

    Se resta a Salerno, contrariamente a quello che dice, c’e’ sicuramente un suo interesse.

  10. Molti, stanchi di questo momento stagnante hanno abbandonato questa squadra……….questa è la triste realtà, c’è un ex zoccolo duro che ormai non frequenta più lo stadio Arechi figuriamoci andare in trasferta ma proprio per non portare manco un centesimo in più a questo imprenditore laziale che bada solo ai suoi interessi serviti da tanti lacchè alcuni dei mass media. Il calcio è passione e lui ce l’ha fatta morire lentamente dentro, la speranza è che forse se e quando andrà via ne riparleremo!

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.