Salerno, dopo 12 anni cambia il PUC: sarà a chiara vocazione turistica

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
9
Stampa

Il Puc, così come approvato dodici anni fa, deve essere aggiornato. E non solo perché lo prevede la legge. Ma anche perché lo strumento urbanistico per eccellenza con il quale si programma e si disegna il futuro di una città, deve tenere conto di quanto effettivamente accaduto nell’ultimo decennio, rispetto alle previsioni originarie.

Va rivisto a dodici anni dalla sua adozione. Molte le novità.

E così si scopre che il dimensionamento della città di Salerno gioca al ribasso. Più che aumentare, infatti, la popolazione residente diminuisce. O quantomeno non si prevede un boom espansivo tale da giustificare la crescita esponenziale dei volumi da edificare.

Marcata vocazione turistica della città.

In questo senso vanno lette le riduzioni dei pesi insediativi in Via Vinciprova, a Foce Irno (dove dovrebbe sorgere un nuovo albergo con parcheggi interrati), in Piazza Mazzini (dove sarà costruito un edificio contenuto a destinazione commerciale). Inalterati, invece, gli indici edificatori per l’area Pisano a Fratte. Significativa, poi, è la scelta di costruire un nuovo Ospedale a Fuorni, sui suoli ex Finmatica di fronte alla Centrale del Latte. Su questo c’è anche l’impegno della Regione, ma il Comune di Salerno ha dovuto rivedere il piano urbanistico stravolgendo l’originaria destinazione ad un polo produttivo.

La fase delle osservazioni.

Il 13 dicembre scorso la giunta comunale ha deliberato la variante di revisione decennale allo strumento vigente. Prima di essere adottata, la nuova versione va incontro al periodo delle osservazioni. Gli atti tecnici ed amministrativi sono depositati presso la Segreteria dell’Assessorato all’Urbanistica al Palazzo di Città e al Settore Ambiente di Via Mobilio. Sono a libera visione del pubblico per la durata di 60 giorni a decorrere dal 31 dicembre scorso, dal Lunedì al Venerdì dalle ore 9,00 alle ore 12,00. Chiunque vorrà formulare osservazioni o opposizioni, potrà presentarle entro il primo marzo prossimo.

Fonte LiraTv

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

9 COMMENTI

  1. Altri comparti, altri edifici, altre case, altro consumo di suolo, altra cementificazione, altra riduzione della percentuale di standard pubblici, in sintesi: altre occasioni per i soliti affaristi.

  2. La vocazione turistica invocata come un mantra in assenza di infrastrutture, con una rete di trasporti e un sistema viario assolutamente insufficienti, con l’unico evento di rilievo rappresentato dalla kermesse ormai bolsa di luci d’artista, ha portato la nostra città a perdere quasi 25 mila abitanti in 20 anni e arretrate in tutte le graduatorie di qualità della vita e indici di sviluppo. Questo PUC diventa turistico perché ormai si è edificato ben oltre le necessità reali e siamo già in procinto di assistere all’esplosione di una clamorosa bolla edilizia.

  3. Riduzione di pesi insediativi e dunque?
    Alberghi bis tipo il Grand Hotel a foce Irno?
    Quindi riduzione dei pesi insediativi e aumento dei pesi speculativi!

  4. Vocazione Turistica?, ma chi ha fatto o preparato questo programma ha mai visto una città turistica, dove spadroneggiano Sicurezza, cioè i vigili per strada e non in auto, ma anche in bici, pulizia continua della città e meccanica e manuale. Servizi, confort. ecc. ecc.
    In questo Salerno è mancante e certo la buona volontà non basta.

  5. … il segreto di questa città? È segretamente segregata ad un segreto che è custodito da un solo soggetto…..

  6. Di cosa stiamo parlando di turismo ma lo sanno questi signori che la gente è stufa di queste menzogne?
    Fare turismo significa spiaggie pulite, città senza deiezioni canine, rifiuti non abbandonati, trasporti effecienti, il porto che andrebbe delocalizzato alla zona industriale dove si pensa a costruire centri commerciali solo per dare un contentino a uno pseudonimo industriale (Lettieri) che prima si preso le contoniere meridionali e poi la snia viscosa per costruire due centri commerciali che a nulla servono quando tranquillamente queste aree potevano essere utilizzate la prima a polmone verde per l’rno mentre l’altra industriale per contenitori a servizio del porto delocalizzato in quell’area.
    Salerno per quanto riguarda la cementificazione non ha bisogno di altre case ma bensì di essere bonificata da quelle esistenti parlo diolts zone della città dal centro storico alla zona orientale dove alcuni fabbricati andrebbero recuperati a servizio di nuove residenze e non nuova cementificazione.
    Mandiamoli a casa questi signori che è meglio prima che le cose peggiorino.

  7. Intanto quelli che hanno versato dieci mila euro alle Cooperative per il PEEP nel lontano 2010, e che ancora non è partito, quando riavranno i loro soldi indietro? Probabilmente, la magistratura dovrà fare chiarezza su questo aspetto!!

  8. Se veramente si volesse portare a conoscenza dei cittadini questo progetto e ricevere osservazioni, non si potrebbero consultare in rete i documenti? Perchè i politici amano tanto twittare ma quando si tratta di decisioni importanti le cose si devono conoscere ricorrendo ai vecchi metodi di consultazione? Spero che le infrastrutture e la mobilità non vengano trascurate e si incrementi il turismo solo pensando a costruire alberghi, ma con strade ridotte a vicoli per arrivarci,senza terminal bus e parcheggi.

  9. sul puc hanno fatto carne di porco, abbattuto vincololi ambientali, triplicato cubature , il tutto per arricchire i soliti proprietari terrieri (vedi torrione alto , da una catapecchia abbattuta è sorto un palazzo di 4 piani,) ed i soliti costruttori da strapazzo a cui è stata cincessa una edilizia stracciona modello anni 60 : costruisci dove vuoi e come ti pare tanto…….Tutto questo avrebbe avuto bisogno di essere sorvegliato da una magistratura più attenta e da una opposizione politica meno addomesticata . altro che case per le giovani coppie, come declamava la nostra macchietta nazionale, questi hanno completato lo scempio inziato con le sciagurate amministrazioni degli anni 60.salviamo il salvabile, cacciamoli a pedate quanto prima. altro che puc ad ispirazione turistica.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.