Nocera Superiore: “il viadotto che verrà”, riapre cantiere per una grande opera

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
L’impegno del Governatore Vincenzo De Luca a finanziare «un’opera che non esisteva», ovvero la riapertura del cantiere per la viabilità alternativa alla SS18 è arrivato a Nocera Superiore, dinanzi al sindaco di casa, Giovanni Maria Cuofano, il presidente della Provincia di Salerno, Michele Strianese, e di fronte ad una gremita platea di amministratori dell’agro-nocerino-sarnese e non solo.

Il regalo che Nocera Superiore fa a De Luca è di 10 milioni di euro: a tanto ammonta l’investimento che il governatore ha dichiarato di farsi carico da domattina in Regione Campania per finanziare quella viabilità sblocca-agro, a partire da Nocera Superiore con la realizzazione del viadotto collegato con Castel San Giorgio, che darebbe a tutti i territori benefici per la mobilità cittadina, il trasporto pubblico, la logistica industriale.

Soddisfatto il primo cittadino: «Ci fa piacere di tutta questa attenzione e sensibilità da parte delle istituzioni provinciali e regionali per Nocera Superiore – dichiara Cuofano – oggi ci sentiamo osservati e questo è un cambiamento sostanziale rispetto a ieri. Se il presidente De Luca ha ritenuto essere presente stamane in prima persona è una testimonianza importante di vicinanza da parte della massima istituzione regionale che è venuta a Nocera Superiore ad impegnarsi a finanziare un’opera. È un’opera strategica che ci consentirà di decongestionare il territorio, di favorire l’economia ed il lavoro».

Un primo sopralluogo sulla zona interessata dai lavori è stato compiuto da Cuofano, subito dopo l’incontro pubblico, con i vertici della RCM, impresa aggiudicataria dell’intervento.

Sempre al termine dell’incontro, a margine della chiacchierata, il primo cittadino di Nocera Superiore ha fatto il punto su altri tre temi cruciali con il governatore: ospedale (domani è previsto un incontro in merito), SS18 ed archeologia.

Anche sull’archeologia il governatore si è reso disponibile a farsi parte intermediaria con la Soprintendenza e ad attivarsi per un sostegno necessario a riqualificare l’accesso al teatro di Pareti. È un discorso, questo, che si lega al dialogo attivato da tempo con la Provincia per quanto riguarda Villa De’ Ruggiero destinata ad accogliere i reperti dell’antica Nuceria Alfaterna al posto delle attuali ceramiche vietresi.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.