Decreto sicurezza, De Luca dice no al ricorso: «Un regalo alla Lega»

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
4
Stampa
Il presidente della regione Campania, Vincenzo De Luca, afferma di voler ricorrere davanti alla Corte Costituzionale sulla possibile maggiore autonomia in alcune materie per le regioni che ne fanno richiesta, mentre è di tutt’altro avviso sul decreto sicurezza: “non partecipo al ricorso perché non voglio fare nessun piacere alla Lega. Più si ideologizza questo problema più si regalano voti alla Lega. La sinistra continua a non capire niente”.

“Il decreto Salvini è un disastro – sottolinea De Luca – ma per me bisogna andare a una trattativa stretta, immediata con la presidenza del Consiglio per verificare nel merito le ricadute sul Comuni, che sono pesanti”.

La richiesta è una proroga dei termini di applicazione del decreto per la parte che riguarda la regolarizzazione di immigrati già presenti in Italia. Per De Luca “hanno sbagliato anche i sindaci, perchè il problema andava posto un minuto dopo l’approvazione della legge. Non c’era bisogno di aspettare due mesi per aprire il contenzioso con il Governo”.

Invece sul processo di maggiore autonomia delle regioni, De Luca annuncia di prepararsi “a fare un ricorso alla Corte Costituzionale sul federalismo differenziato”.
“Questa è una questione vitale, – spiega De Luca – non la legge sulla sicurezza. Se Veneto e Lombardia si prendono tutte le risorse che incamerano, il Sud è condannato a morte”.

 

 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

4 COMMENTI

  1. Come al solito, un pragmatico De Luca.

    Difficile definirlo di sinistra o di destra, semplicemente fa quello che serve senza essere legato da ideologie statiche e preconcetti.

  2. … ovvero “L’Italia è finita, meglio così” (P.Aprile).
    Sarebbe auspicabile una separazione consensuale con attribuzione delle responsabilità e senza spargimenti di sangue e odio inutile.
    Questa è la strada. Nessuna riconciliazione e/o coesione nazionale.

    Sulla questione dei migranti meglio De Magistris che De Luca.

  3. Ha ragione De Luca, la Lega non fa altro che perseguire l’obiettivo per cui è nata : mantenere la ricchezza al Nord ed oltre De Luca lo dicono tutte le varie Agenzie economiche.
    Ricordate Roma ladrona, meridionali fannulloni e lamentosi, Sud Mafia e Camorra!!!!
    Il loro DNA è questo.
    Purtroppo vi sono tanti meridionali che li votano, illusi da fantomatiche soluzioni sulla sicurezza.
    Non si accorgono che tanti ragazzi stanno emigrando al Nord e se non arriveranno fondi ed investimenti al Sud non ci sarà lavoro e quindi mancherà la sicurezza.
    La parola chiave a soluzione di ogni crisi è una sola : LAVORO.
    E la Lega Lavoro e ricchezza la vogliono al Nord.

  4. Con il dito alzato sembra il califfo dell Isis. Ci manca solo la barba, le cazzate sparate sono le stesse del predicatore..

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.