Salerno: Cittadella, penalisti in sciopero dal 21 al 28 gennaio

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Nuovo sciopero dei penalisti, in programma dal 21 al 28 gennaio, per protestare contro i ritardi e i disagi che gli avvocati si ritrovano a vivere gli avvocati in attesa deltrasferimento presso la cittadella giudiziaria.

L’astensione è stata proclamata al termine dell’assemblea della camera penale tenutasi ieri, una riunione di fuoco soprattutto per l’elezione del nuovo presidente che dovrà prendere il posto di Michele Sarno che ha esaurito i suoi mandati.

Il nodo della questione è stata la chiusura del tesseramento per poter votare al 31 dicembre – elezione fissata il 1 febbraio- che ha scatenato la reazione di alcuni penalisti presenti. In particolare dura la reazione di Cecchino Cacciatore che aveva più volte chiesto la parola per poter intervenire ma alla fine, dopo una serie di rinvii, ha preferito abbandonare polemicamente l’assemblea. Lo scrive Le Cronache oggi in edicola

Secondo accordi tocca a Luigi Gargiulo assumere la presidenza del dopo Sarno mentre su Cacciatore confluiranno i voti degli altri penalisti che non si riconoscono nella linea di continuità della precedente gestione.

«L’assemblea di oggi (ieri per chi legge ndr) ha deliberato un’astensione dal 22 al 26 gennaio che reputiamo assolutamente inutile», ha dichiarato Alba D’Antonio, rappresentante del sindacato forense Mga. «Che senso ha oggi indire un nuovo sciopero, che fra l’altro interverrà praticamente alla fine del periodo di disagio dovuto all’orario ridotto delle cancellerie, che da lunedì saranno aperte solo dalle 8,30 alle 10,30, cioè quando gli avvocati sono in udienza?

La Camera Penale purtroppo non ha pensato per tempo alle conseguenze anche processuali di un trasferimento mal organizzato e mal comunicato ai colleghi: per questa ragione abbiamo sentito la necessità di convocare i colleghi e di recarci in delegazione dal presidente Pentagallo per ricevere informazioni che diversamente non avremmo avuto – ha aggiunto l’avvocato D’Antonio –

Oggi stesso la nostra rappresentante Valentina Restaino ha appreso direttamente dal presidente del tribunale che la ha ricevuta che lunedì le udienze riprenderanno regolarmente, ma il lavoro delle cancellerie riprenderà comunque a scartamento ridotto: come si possono celebrare correttamente i processi in questo modo? Si naviga a vista. E a farne le spese, oltre gli avvocati, sono i cittadini».

Fonte Le Cronache

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.