Salerno: tassa di soggiorno, evasi 450mila euro. Raffica di multe

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
8
Stampa
Sono 17 i titolari delle strutture ricettive che devono rispondere di peculato per aver incassato la tassa di soggiorno che gli ignari clienti avevano versato.

I vacanzieri avevano pagato la tassa, che a Salerno non supera i 3 euro, ma i gestori dei bed and breakfast o delle affittacamere non avevano versato niente al Comune.

Per altri 7 gestori è scattata anche la denuncia per l’omessa comunicazione alla Questura dei dati relativi alle persone ospitate e per la mancata esibizione della documentazione attestante l’avvenuta comunicazione. I fatti contestati risalgono al periodo tra gli anni 2017 e 2018. Lo scrive Il Mattino oggi in edicola

Il nucleo anti evasione tributaria della Polizia Municipale di Salerno ha scoperto un’evasione di circa 450 mila euro per quanto riguarda la tassa di soggiorno. Nel corso dell’operazione condotta dai caschi bianchi guidati dal capitano Mario Elia in collaborazione con l’Ufficio Tributi del Comune di Salerno è stato possibile appurare che 24 strutture ricettive del capoluogo (tra le quali due alberghi a 4 stelle, b&b ed affittacamere) non erano in regola per ciò che concerne il versamento della tassa di soggiorno (che a Salerno non supera i 3 euro).

I gestori delle strutture, in pratica, trattenevano l’imposta anziché versarla nelle casse di Palazzo di Città.

La polizia locale ha appurato che i turisti pagavano effettivamente l’obolo, che però veniva indebitamente trattenuto dai gestori, i quali avrebbero invece dovuto versarlo al Comune come previsto dal regolamento. Gli agenti guidati dal capitano Mario Elia hanno passato al setaccio una cinquantina di operatori di un primo elenco di attività alberghiere ed extralberghiere. Sette sono risultati abusivi.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

8 COMMENTI

  1. Che schifo!..Devono ritirare immediatamente la licenza!..un vero e proprio furto ai danni di chi paga tutte le tasse!

  2. … ospitate in 24 strutture ricettive (450.000/3=150.000)
    6240 ospiti a struttura in 2 anni
    3120 ospiti all’anno
    10 persone al giorno
    4 o 5 camere occupate tutti i giorni in 24 strutture

    BBèèè! Sembra un buon affare fare l’albergatore

  3. Un’indecenza vera e propria,non si venissero a lamentare i professionisti del settore che non ce la fanno;quanti di questi sono morosi per la tari,imu etc??

  4. Ecco perchè, a detta di tanti, tutti i b&b guadagnano ed è un affare aprirli…

  5. E’ già successo in altre zone della Campania più turistiche di Salerno, è una cattiva abitudine difficile da estirpare, questa tassa andrebbe fatta pagare in qualche altro modo, non attraverso il gestore dell’attività

  6. Questo giusto per dire come il turismo a Salerno funziona e c’è un ritorno per il comune. Ma poi ci sono quelli che si lamentano sempre a prescindere.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.