Autonoleggio con conducente e Trasporto Pubblico Locale: 21 gennaio sciopero di 4 ore

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
E’ stato proclamato lo sciopero, politico e plurisettoriale, di 4 ore per il giorno 21 gennaio 2019, di tutti i lavoratori e le lavoratrici dei settori Autonoleggio con conducente e Trasporto Pubblico Locale Premesso che: – nel novembre 2018, nell’ambito della presentazione della seconda parte del cosiddetto Mobility Package, la Commissione europea ha pubblicato una proposta di modifica al Regolamento CE 1073/2009, che stabilisce norme comuni per l’accesso al mercato internazionale dei servizi di trasporto effettuati con autobus; – la proposta di modifica prevede l’estensione delle disposizioni del Reg. 1073/2009 ai mercati nazionali degli Stati membri; – tale disposizione genera diffuse e forti preoccupazioni, perché rischia di alterare l’equilibrio all’interno del mercato nazionale. La soppressione del requisito di stabilimento nello Stato membro in cui vengono prestati i servizi (sia regolari che occasionali), infatti, creerebbe nel settore del trasporto viaggiatori le stesse distorsioni della concorrenza, già esistenti nel settore del trasporto merci, con un effetto dirompente per l’intero segmento di attività del trasporto di persone, urbano, extraurbano e turistico; – l’applicazione del nuovo impianto normativo, così come pensato, genererebbe l’innalzamento del parametro chilometrico per il rilascio delle autorizzazioni necessarie allo svolgimento dei servizi di trasporto regolare nazionale ed internazionale; – in Italia il nuovo limite proposto di 100/120 km rappresenta la maggior parte del servizio stradale di trasporto persone, il novellando regime autorizzatorio determinerebbe, inevitabilmente, una sovrapposizione con i servizi di Tpl, soggetti non solo a diverse regole in tal senso, ma anche a regolamentazione e compensazioni diverse nell’ambito di contratti di servizio pubblico; – in aggiunta a quanto sopra, diversamente da quanto previsto nel Reg. CE 1073/2009, la nuova proposta prevede la completa liberalizzazione delle operazioni di cabotaggio per i servizi regolari, attraverso la soppressione del vincolo della loro effettuazione unicamente nell’ambito di un servizio internazionale. La modifica in parola comporterebbe una deregolamentazione completa del mercato, spingendo gli attori interessati verso una concorrenza sleale e verso il dumping sociale; – nello stesso pacchetto, come se non bastasse, sono presenti modifiche al Regolamento n.561/06 (che disciplina i tempi di guida e di riposo del personale viaggiante dell’autotrasporto persone e merci) che, prevedendo un aumento esponenziale delle ore di guida e una compressione delle ore di riposo rappresentano, di fatto, non solo un evidente deterioramento delle condizioni di vita e di lavoro dei conducenti, ma anche una amplificazione inaccettabile dei rischi per la salute e la sicurezza dei conducenti e degli utenti del servizio e della strada; – il prossimo 10 gennaio la Commissione Trasporti Europea voterà l’intesa del Consiglio dei Ministri dei Trasporti UE sul Mobility Package che, nei giorni successivi, sarà sottoposta al voto del Parlamento Europeo. Per tutto quanto sopra premesso, le scriventi Segreterie Nazionali proclamano una prima azione di sciopero di 4 ore, secondo l’articolazione oraria specificata nell’allegato, per il giorno 21 gennaio 2019, di tutti i lavoratori e le lavoratrici dei settori Autonoleggio con conducente e Trasporto Pubblico Locale, ai sensi e nel rispetto della normativa sugli scioperi nei servizi pubblici essenziali. In ottemperanza e nel rispetto del principio di rarefazione oggettiva in occasione di scioperi plurisettoriali così come definito e orientato dall’Autorità nella Delibera n.09/619, si ritengono esclusi dalla presente proclamazione di sciopero i lavoratori e le lavoratrici dipendenti delle seguenti Aziende: l Gruppo Samir – bacino di Napoli; l Mom SpA – bacino di Treviso; l Gtt SpA – bacino di Torino; l Atac SpA – bacino di Roma; l Ferrovie Nord SpA Milano – Bacini di Novara, Milano, Varese, Como, Monza-Brianza e Brescia; l Start Romagna – bacino di Rimini. Si allegano alla presente le indicazioni e le articolazioni generali specifiche per settore in riferimento allo sciopero del 21 gennaio 2019 e si precisa infine che verranno garantiti i servizi minimi così come definiti nelle singole realtà aziendali e/o negli accordi tra le Parti. Eventuali articolazioni o precisazioni di modalità tecniche saranno comunicate a livello locale/aziendale. Distinti Saluti. Le Segreterie Nazionali turno Allegato Indicazioni e articolazioni generali specifiche per settore dello sciopero per la giornata del 21 gennaio 2019 PER IL SETTORE AUTONOLEGGIO CON CONDUCENTE Addetti di esercizio 4 ore dalle ore 10.00 alle ore 14.00 Restante personale non direttamente connesso alla mobilità delle persone ultime quattro ore del turno Servizio Scuolabus con affidamento pubblico Dovrà comunque essere garantito il trasporto domicilio istituto scolastico degli scolari e degli studenti per almeno il 50 % della prestazione, intendendosi in alternativa come servizio di andata o ritorno dall’istituto scolastico, anche in questo caso l’articolazione verrà precisata al livello locale/aziendale. Quanto sopra nel rispetto della specifica disciplina di esercizio del diritto di sciopero, applicata nel segmento di attività (Accordo Collettivo Nazionale in materia di norme di garanzia del funzionamento dei servizi pubblici essenziali nell’ambito del comparto Regioni – Autonomie Locali Personale non dirigenziale sottoscritto in data 19 settembre 2002, valutato idoneo dalla Commissione di garanzia con Deliberazione 02/181 del 25.09.2002, pubblicato in G.U. n. 256 del 31.10.2002 ) e degli orientamenti consolidati dall’Autorità. Il trasporto disabili viene comunque garantito intera prestazione ordinaria al 100 %. PER IL SETTORE TRASPORTO PUBBLICO LOCALE Trasporto Urbano Addetti di esercizio (Autobus, tram, metropolitane, ecc..) 4 ore con modalità da comunicare a livello locale nel rispetto delle fasce di garanzia aziendali Personale connesso e funzionale al servizio di mobilità delle persone (biglietterie, attività accessorie di manutenzione, ecc..) 4 ore con la medesima articolazione degli addetti di esercizio da comunicare a livello locale nel rispetto delle fasce di garanzia aziendali Restante personale non direttamente connesso alla mobilità delle persone ultime quattro ore del Trasporto Extraurbano Addetti di esercizio (autobus e ferrovie concesse) 4 ore con modalità da comunicare a livello locale nel rispetto delle fasce di garanzia aziendali Personale connesso e funzionale al servizio di mobilità delle persone (biglietterie, attività accessorie di manutenzione, ecc..) 4 ore con la medesima articolazione degli addetti di esercizio da comunicare a livello locale nel rispetto delle fasce di garanzia aziendali Restante personale non direttamente connesso alla mobilità delle persone ultime quattro ore del turno Verranno garantiti i servizi minimi così come definiti nelle singole realtà aziendali e/o negli accordi tra le Parti. Eventuali articolazioni o precisazioni di modalità tecniche saranno comunicate a livello locale/aziendale nei tempi stabiliti dalle discipline di settore, ossia nel termine di preavviso minimo di 10 giorni dall’effettuazione dello sciopergestionali.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.