Violentata a dieci anni i genitori si difendono: ‘Siamo innocenti’

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Si sono difesi i genitori della bambina maltrattata e violentata. Davanti al gip Giovanna Pacifico del Tribunale di Salerno, che ha emesso le quattro misure (una in carcere e tre ai domiciliari) su richiesta del pm Elena Cosentino, si sono svolti ieri mattina gli interrogatori di garanzia. Il padre e la madre si dicono innocenti, il fratellastro e la cognata si avvalgono della facoltà di non rispondere pur professandosi non colpevoli.

“Nessun abuso su mia figlia” ha detto il 66enne di Tramonti, arrestato con la tremenda accusa di abusare della figlia di appena dieci anni.

L’uomo, rinchiuso nel carcere di Fuorni e assistito dall’avvocato Umberto D’Agostino, ha risposto alle domande del pubblico ministero Elena Cosentino. Con forza ha negato tutti gli addebiti a suo carico. Ha invece preferito rendere delle dichiarazioni spontanee la moglie.

Su di lei pende l’accusa di essere a conoscenza delle violenze sessuali ai danni della figlia e di non aver fatto nulla per impedire che si consumassero. La donna, detenuta ai domiciliari ha spiegato che nessuna violenza si è consumata sulla figlia da parte dei familiari. Hanno, invece, preferito avvalersi della facoltà di non rispondere il figlio del 66enne e la moglie, assistiti dall’avvocato Greco del foro di Nocera Inferiore.

Il 66enne e la moglie già da tempo hanno perso la potestà genitoriale e da diverso tempo le ragazzine sono state allontanate dalla famiglia e poste in un luogo protetto.

I quattro sono stati ammanettati nei giorni scorsi al termine di una laboriosa attività investigativa portata avanti, con grande discrezione, dalla Procura di Salerno e dai carabinieri della compagnia di Amalfi.

La piccola, secondo il capo d’imputazione, spesso era assente in classe, si doveva occupare delle faccende domestiche e badare alla sorellina più piccola oltre che subire violenze sessuali. Un contesto di degrado quello in cui sono maturati e consumati gli abusi.

Fonte Le Cronache in edicola venerdì 25 gennaio

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.