Eboli: cantiere per rimozione amianto e bonifica area ex Apoff

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Avviati i lavori di cantierizzazione dello stabilimento ex Apoff, bene  confiscato alla criminalità organizzata ed oggi nel patrimonio del  Comune di Eboli. Si tratta del cantiere necessario per l’intervento di  rimozione dell’amianto presente, lavori propedeutici alla definitiva  assegnazione del bene confiscato alla camorra.

«L’intero pacchetto delle  operazioni di bonifica dell’area, insieme con la rimozione dell’amianto,  è finanziariamente a carico dell’Agenzia del Demanio per i Beni  Confiscati. Un lavoro complesso, portato avanti anche grazie all’impegno  quotidiano dell’assessore Anna Senatore e dell’assessore all’ambiente,  Emilio Masala, ed in stretta collaborazione con il comitato cittadino  per la lotta all’amianto, con cui abbiamo condotto una lunga battaglia».

Solo dopo la rimozione dell’amianto, l’Agenzia attiverà le procedure per  la manifestazione di interesse che porterà il bene confiscato nella  disponibilità del Comune di Eboli. Peraltro, il sindaco Massimo Cariello  aveva già reso disponibile il Comune di Eboli ad acquisire dall’Agenzia  la disponibilità dell’ex Apoff, che insiste sul territorio comunale
ebolitano.

«Abbiamo raggiunto questo risultato grazie ad un paziente  lavoro di contatti con l’Agenzia – ricorda l’assessore Anna Senatore -.  Un obiettivo importantissimo, perché solo dopo la rimozione dell’amianto  e la bonifica sarà possibile ottenere la disponibilità del bene
confiscato, che rientrerà in un progetto teso a rendere fruibile la  struttura e l’area per la collettività».

La rimozione dell’amianto, non  solo dall’ex Apoff, è un’azione che l’Amministrazione comunale porta  avanti da tempo. «Si tratta di un’azione che preserva l’ambiente e
tutela la salute dei cittadini – spiega l’assessore all’ambiente, Emilio  Masala -. Stiamo operando sull’intero territorio, sia direttamente, sia  con ordinanze ai privati affinché eliminino l’amianto da manufatti di  proprietà. E’ una battaglia di salute ed ambientale che ci vede  protagonisti insieme con associazioni e cittadini sensibili alla
necessità di eliminare l’amianto»

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.