Napoli: così automobilisti compravano… aria invece che benzina – VIDEO

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
2
Stampa
Ignari automobilisti facevano il pieno di ‘aria’ invece che di benzina o diesel. Nel quadro della costante attività esercitata dal corpo a contrasto dei fenomeni illeciti nel settore dei prodotti energetici sottoposti ad accisa, il comando provinciale della Guardia di Finanza di Napoli ha sequestrato, nel capoluogo partenopeo, due distributori di carburante ingegnosamente ‘modificati’.

In particolare, i militari del nucleo di polizia economico finanziaria, a seguito di pregressa attività di indagine finalizzata a tutelare i consumatori dalle frodi nel settore del rifornimento di carburante per autovetture, hanno messo in atto mirati controlli presso alcuni distributori stradali in una delle maggiori arterie di circolazione del centro di Napoli.

Così il Comando provinciale delle Fiamme Gialle, spiega i fatti: “I servizi di appostamento eseguiti dai militari hanno consentito di rilevare che alcuni operatori del settore utilizzavano modalità di rifornimento a dir poco sleali. Nello specifico, all’atto dell’estrazione della pistola erogatrice, l’operatore presente sul primo impianto controllato riponeva, in modo pressoché sistematico, una mano in tasca sino alla fine del rifornimento, facendo presupporre la presenza di meccanismi a radio frequenza che potessero interferire con la corretta erogazione del carburante.

Le fiamme gialle hanno rilevato che, in concomitanza con tale azione, il conteggio dei litri erogati subiva ‘un’anomala e inspiegabile’ accelerazione. Gli interventi, attuati in concomitanza presso diverse persone con molteplici pattuglie impiegate sul territorio ha disvelato, di fatto, innovativi meccanismi fraudolenti. Su di una colonnina di distribuzione è stato rinvenuto, ben occultato, un particolare apparato radio attivato dall’operatore del distributore per il tramite di un telecomando (poi rinvenuto dai militari mentre l’operatore truffaldino, a seguito dell’intervento dei finanzieri, cercava di disfarsene) il quale bloccava, al bisogno, l’erogazione del carburante ma non anche il totalizzatore del prezzo che, al contrario, scorreva a gran velocità.

Su un’altra colonnina è stata rinvenuta una minuscola leva, posizionata in un tombino sotterraneo ‘occulto’ che faceva ‘girare a vuoto’, senza soluzione di continuità, il totalizzatore del prezzo sin dal momento in cui la pistola erogatrice veniva estratta dalla colonnina facendo pagare all’ignaro cliente l’aria al prezzo del carburante. Il prosieguo delle attività di controllo, eseguite nei confronti di altro distributore, ha permesso altresì di individuare altro meccanismo fraudolento consistente nell’utilizzo di ‘piombi amovibili’ ai misuratori del carburante, utilizzati dai gestori per rimuovere i sigilli senza alcuna autorizzazione al fine di manipolare a piacimento i totalizzatori del prodotto.

In tal modo era possibile ‘scalare’ il contatore dei litri sulla colonnina senza far transitare in contabilità i corrispondenti quantitativi di carburante venduto. Gli esiti delle analisi di laboratorio sui campioni prelevati all’atto dell’accesso potranno chiarirne, con certezza, anche la provenienza e la qualità. L’attività testimonia il costante impegno esercitato dalla Guardia di Finanza di Napoli sul territorio nel contrasto agli illeciti nel settore delle accise finalizzato alla salvaguardia dell’erario e del consumatore finale”.

Fonte LaDenuncia.it

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

2 COMMENTI

  1. Secondo me sono stato affezionato allo stesso modo anche io nel salernitano. Uscita Pontecagnano lato Salerno. Inizio rifornimento 3 euro in un secondo. Mahh

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.