Eboli: controlli nel centro storico, sorpresi 5 immigrati clandestini

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Una nuova azione di controllo del territorio e ripristino della legalità, che ha portato a scoprire la presenza di ulteriori 5 clandestini, tutti maghrebini senza permesso di soggiorno, che avevano trovato riparo sul territorio ebolitano. Un controllo effettuato ancora una volta dal comando dei vigili urbani di Eboli che ha affiancato le forze dell’ordine alla ricerca di sacche di illegalità sul territorio, con impiego di 20 uomini in divisa.

«Il Comune, con i suoi agenti della Polizia Locale, è sempre attivo sul territorio nel combattere ogni forma di illegalità – commenta il sindaco di Eboli, Massimo Cariello -. Un lavoro paziente ed impegnativo, affiancando le forze dell’ordine ed anche intervenendo in maniera diretta. Manteniamo fede all’impegno assunto con gli ebolitani in tema di sicurezza, per garantire tranquillità ai cittadini e serenità alle famiglie. Un’azione ampia, per la quale ringrazio il comando della compagnia dei Carabinieri di Eboli e la Polizia di Stato che ci assicurano presenza, impegno e risultati».

L’operazione della notte scorsa ha riguardato un ampio territorio, che ha compreso sia il centro storico, che contrada Papaleone, dove sono state controllate cinque abitazioni. I vigili del comando cittadino hanno affiancato, in questa occasione, i poliziotti della sezione anticrimine di Napoli e del commissariato della Polizia di Stato di Battipaglia. Per i cinque clandestini fermati è stata avviata la procedura per il rimpatrio che avverrà nelle prossime ore dall’aeroporto di Ciampino di Roma.

«Da settimane la nostra Polizia Locale ha stretto il cerchio intorno ai responsabili di diverse situazioni di illegalità – ricorda il delegato comunale alla sicurezza, Giuseppe La Brocca -. Nel mirino ladri, spacciatori e violenti, identificati in collaborazione con i carabinieri della compagnia di Eboli e della stazione di Santa Cecilia. Così come insieme con gli agenti della Polizia di Stato nelle ultime ore sono stati fermati 5 clandestini.

Un’azione decisa, portata avanti anche da due pattuglie della Polizia Locale, che hanno operato con gli agenti Aragona, Jula, Cerullo e Pisano, a cui va il nostro ringraziamento, insieme con il comandate, Marco Garibaldi. La sicurezza dei cittadini e la lotta all’illegalità sono un connotato caratteristico di questa Amministrazione comunale, che punta a garantire un clima di fiducia nei cittadini, rasserenando le famiglie».

Oltre a scoprire la presenza di clandestini, l’azione dei vigli urbani di Eboli si è concentrata anche sul controllo di veicoli e della circolazione. Il risultato parla di circa 10.000 euro di sanzioni elevate per violazione del codice della strada, con fermi e sequestri di mezzi.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.