Venditori molesti di calzini in stazione Salerno: sanzioni Polfer

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
2
Stampa
Nel corso della settimana, gli uomini del  Compartimento Polfer per la Campania hanno attuato controlli serrati nelle principali stazioni della Campania,   finalizzati alla prevenzione dei reati in ambito ferroviario, al contrasto dei fenomeni di illegalità  ed alla lotta all’abusivismo. I dispositivi di sicurezza predisposti presso i varchi presidiati dai poliziotti hanno consentito di controllare 3504 persone in transito negli scali ferroviari e 1602 bagagli.

Nelle stazioni di Napoli Centrale, Salerno, Battipaglia ed Aversa, l’attività  diretta ad arginare il fenomeno dell’abusivismo è stata ulteriormente intensificata  anche attraverso task force realizzate in collaborazione con Protezione Aziendale del Gruppo F.S..  Nell’ambito di questa sinergica  azione di contrasto i poliziotti della Polfer hanno controllato e sanzionato  20 venditori abusivi ai quali sono stati sequestrati centinaia di accendini, calzini, ciondoli, penne, fazzoletti,  destinati alla vendita abusiva,  oltre ai borsoni utilizzati per celare la merce durante il trasporto.

Per i venditori abituali sono scattate  misure ulteriori: a  dieci  di essi è stato imposto l’ordine di allontanamento c.d. “DACUR”, mentre per altri tre sono state proposte od integrate le previste misure di prevenzione.

Due venditori sono stati denunciati nella stazione di Aversa perché  sorpresi a vendere generi alimentari deteriorabili in violazione delle norme vigenti  in materia, a tutela della salute pubblica. In particolare gli alimenti non confezionati, quali ad esempio panini e caffè che gli abusivi custodiscono   nei carrellini utilizzati per la vendita a bordo dei vagoni ferroviari,  privi di etichette sono di dubbia provenienza e mal conservati e  per nessun motivo possono essere destinati all’utenza, essendone vietata la vendita, la detenzione ai fini della vendita, la somministrazione e  la distribuzione a qualsiasi titolo, proprio per i danni alla salute che possono causare.

NAPOLI CENTRALE: RICERCATO FERMATO DALLA POLFER

 

Grazie all’efficace azione di controllo assicurata dai dispositivi di sicurezza attuati quotidianamente nella stazione di Napoli Centrale, M.C., ricercato napoletano quarantaseienne, non è sfuggito agli agenti della Polizia Ferroviaria che lo hanno riconosciuto ed immediatamente fermato.  A suo carico pendeva infatti un ordine di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di  Napoli per concorso in rapina ed è stato associato presso la casa circondariale di Napoli Poggioreale dovendo espiare 3 anni, 3 mesi e 25 giorni di reclusione.

 

         I  controlli eseguiti nella settimana hanno permesso di conseguire i seguenti risultati complessivi:

 

  • Nr. 1 persona arrestata;
  • Nr. 9 persone denunciate all’A.G. (nr. 2 per la vendita di alimenti in cattivo stato di conservazione; nr. 4 inottemperanti al foglio di via obbligatorio;  nr. 1 per atti persecutori; nr. 1 per resistenza a PU, in quanto dopo essere stato sorpreso a bordo di un treno regionale privo di biglietto ha più volte spinto gli agenti polfer intervenuti, nel tentativo di sottrarsi al controllo; nr. 1 per minacce ad incaricato di pubblico servizio‎, ‎poiché durante la fase di controllo dei titoli di viaggio ha  minacciato il personale di protezione aziendale‎)
  • Nr. 53 contravvenzioni elevate;
  • Nr. 20 sequestri amministrativi.
Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

2 COMMENTI

  1. Non se ne può più, spediteli a calci in culo nella loro città. I napoletani sono la rovina di questo paese!!!

  2. … con regionali, metropolitani e AV Napoli-Salerno di venditori abusivi neanche l’ombra. Tutto perfetto sui treni comodi e puliti tranne i cellulari a viva voce fastidiosissimi.
    Gli unici fastidi nella stazione di Salerno dove incontro i paraculo svizzeri più pezzenti dei cosidetti pezzenti “venditori abusivi” di lunga data.
    Per qualcuno è meglio il panino McDonald della macchinetta self-service che quello abusivo. Il problema è che bisogna vivere secondo gli standard imposti dal Piemonte.
    Amen

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.