Vertenza La Città: giornalisti distribuiscono foglio ‘A testa alta’

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
3
Stampa
Questa mattina, domenica 3 febbraio, i giornalisti del quotidiano la Città posti in cassa integrazione, hanno tenuto un’iniziativa al Corso Vittorio Emanuele, di concerto con gli attivisti di Potere al Popolo, per distribuire il foglio A testa alta in cui si spiega ai lettori cosa é accaduto nelle ultime settimane.

Erano presenti, tra gli altri, il presidente dell’Ordine dei giornalisti Ottavio Lucarelli e il segretario regionale Sugc Claudio Silvestri. “L’esposto presentato all’Ordine contro il direttore Antonio Manzo é stato trasmesso al Consiglio di disciplina che valuterà tutti gli aspetti deontologici della vicenda.

Da parte dell’Ordine nella sua interezza c’é la più totale vicinanza ai giornalisti impegnati in una delle battaglie più complesse del territorio”, ha sottolineato Lucarelli. “Siamo di fronte a un’operazione illegittima e combatteremo in tutte le sedi civili e penali perché i diritti dei lavoratori non possono essere calpestati in questo modo in uno stato di diritto” ha stigmatizzato Silvestri. Nei prossimi giorni i giornalisti terranno altre iniziative pubbliche.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

3 COMMENTI

  1. se La Città, quotidiano di salerno, non sarà riaperto è una grande sconfitta per la città e per tutti i salernitani. Bisognerebbe fare uno sciopero generale, coinvolgere scuole e lavoratori, per risolvere al più breve questa incresciosa vicenda. I governanti romani non ne parlano, pensano solo a fare propaganda elettorale e tenere le poltrone ben aderenti al c…
    insieme ce la faremo

  2. Mi dispiace per le persone che hanno perso un posto di lavoro, ma la categoria dei giornalisti dovrebbe fare anche una sana autocritica, quante volte assistiamo a scelte da parte dell’amministrazione comunale ( vedi box di fronte la provincia, bidoni per i rifiuti gestiti da società privata per spostarli da uno sgabuzzino al portone,non si capisce a quale scopo ecc); come pure assistere a show di personaggi politici che in tv private fanno comizi senza possibilità di intervento da parte di cittadini,dove i giornalisti tacciono anche di fronte a dati oggettivi ( vedi rotatorie rifatte 3 volte, lungomare degradato, costruzione mostro hotel salerno e finta fontana annessa con conseguenza ostacolazione della circolazione uscita ponte lungo irno ecc ). . Fare giornalismo è sempre ricercare la verità , dire la verità, senza scendere a compromessi. Ripeto mi dispiace per le persone e loro famiglie, un po di meno per il giornalismo salernitano.

  3. X Massimo
    Purtroppo a Salerno ma come nel nostro paese la Parola GIORNALISMO ha fatto la Fine di MERITOCRAZIA.
    Fino a quando ci saranno in giro Mentana, Floris Annunziata Formigli etc etc mi auguro che tutte le testate giornalistiche ed i media i generale falliscano e tutti in mezzo alla strada.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.