Nel deserto dell’Arechi la Salernitana si gioca l’ultima chance play off

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
18
Stampa
Salernitana – Crotone in programma questa sera alle ore 21 mette in palio punti pesanti sia per i play off che per la zona salvezza. Per la Salernitana, visti anche i risultati maturati ieri è fondamentale vincere per non perdere contatto con la zona play off chiusa dal Perugia che è quattro punti avanti ai granata.

Il Crotone di Stroppa non può permettersi passi falsi per non essere risucchiato sul fondo della classifica. Una partita da dentro o fuori per entrambe ma con la squadra granata che non potrà contare su gran parte dei suoi tifosi. Si giocherà in un deserto.

ARECHI CON POCO PIU’ DI 6MILA SPETTATORI. Meno di 2mila biglietti staccati in prevendita da aggiungere ai 4mila abbonati. Il minimo storico è stato toccato contro la Cremonese 6600 spettatori. Si rischia di andare sotto anche quel dato. Non ha trovato risposte positive l’iniziativa del “biglietto ridotto 8 marzo” che dava alle donne la possibilità di acquistare i tagliandi a prezzi scontati

LA FORMAZIONE DI GREGUCCI. Sul piano tecnico, nonostante le assenze che diventano emergenza (out Schiavi, Perticone, Bernardini e Mantovani)  Gregucci non cambia modulo. La Salernitana, reduce dal ko di Perugia, giocherà con il 3-4-1-2. Dopo due giorni di problemi fisici ieri Pucino si è allenato ma è debilitato e Gregucci solo all’ultimo momento deciderà se schierarlo oppure no. Non dovesse farcela giocherà Casasola nei tre davanti a Micai che si completano con Migliorini e Gigliotti.

A centrocampo ritorna Djavan Anderson a destra mentre Lopez agirà dalla parte opposta.  In mezzo al campo sicuro di giocare è Di Tacchio. Gregucci sta pensando di mandare nella mischia Akpa Akpro. L’ ivoriano, però, è reduce da un lungo stop per infortunio (l’ennesimo) e potrebbe essere rischioso lanciarlo nella mischia dal primo minuto.

Le alternative sono rappresentate da Odjer e poi Minala nelle attuali gerarchie del mister. In avanti, invece, Calaiò si riprende una maglia da titolare e farà coppia con Jallow.

IL CROTONE. Emergenza anche per Stroppa che giocherà o con il 3-4-1-2 o con il 3-5-2 con Nalini in coppia con Simy. Calabresi senza Sampirisi squalificato e con Milic e il finlandese Vaisane fermati dall’influenza.

SALERNITANA – CROTONE Stadio Arechi ore 21

SALERNITANA (3-4-1-2); Micai; Casasola, Migliorini, Gigliotti; D.Anderson, Odjer, Di Tacchio, Lopez; A.Anderson; Calaiò, Jallow

In panchina: Vannucchi, Lazzari, Pucino, Vuletich, Rosina, Djuric, Marino, Minala, Akpa Akpro, Memolla, Orlando, Mazzarani

Allenatore: Gregucci

CROTONE (3-4-1-2); Cordaz; Curado, Spolli, Golemic; Firenze, Molina, Benali, Barberis; Rohden; Simy, Nalini

In panchina: Festa, Figliuzzi, Cuomo, Machach, Tripaldelli, Gomelt, Marchizza, Zanellato, Valietti, Mraz

Allenatore: Stroppa

Arbitro: Volpi di Arezzo

LA GIORNATA Venerdì: Perugia – Verona 1-2; ieri: Cittadella – Pescara 4-1, Cosenza Brescia 2-3, Lecce – Foggia 1-0, Spezia – Padova 0-2; oggi ore 15: Ascoli – Livorno, ore 18 Cremonese Benevento, ore 21 Salernitana Crotone; domani ore 21: Venezia Palermo; riposa: Carpi.

CLASSIFICA Brescia 50 Palermo 45 Verona 45 Lecce 44 Pescara 44 Benevento 43 Cittadella 39 Perugia 38 Spezia 34 Salernitana 34 Cosenza 33 Ascoli 30 Cremonese 27 Livorno 26 Venezia 26 Foggia 26 Crotone 23 Padova 23 Carpi 22

PROSSIMO TURNO Pescara – Cosenza (15/3, ore 21); Benevento – Spezia (16/3, ore 15), Foggia – Cittadella, Livorno Salernitana, Padova – Perugia, Verona – Ascoli (16/3, ore 18), Palermo – Carpi (17/3, ore 15), Venezia – Cremonese; Crotone Lecce (17/3, ore 21); riposa: Brescia.

AGGIORNAMENTI USSALERNITANA1919.IT

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

18 COMMENTI

  1. Se perde deve guardare la chance play out invece , siate realisti con questa gente dove vogliamo avviarci

  2. È bello riempire lo stadio quando le cose vanno bene!!! Purtroppo siamo ancora una tifoseria di provinciali… forza riempiamo l Arechi e prendiamoci questi 3 punti!!!
    Sempre al di la del risultato!!

  3. Ecco che, per l’ennesima volta, si usa a sproposito l’ aggettivo “provinciale”, da chi vuole solo insultare, non sapendo bene come farlo, su quali argomenti fondarsi e non cercando minimamente di comprendere come mai la stragrande parte della gente dal sincero cuore granata (io oggi ci sarò, perché abbonato) non crede e non nutre più né affetto né fiducia in una società distante, superficiale in ogni sua attività, senza un progetto tecnico e , a mio avviso, estranea a qualsiasi valore sportivo. Buona domenica e forza Salernitana, sempre.

  4. Non si tratta di risultati, ma della mediocrità di questa società. Stasera il risultato più plausibile è il pareggio, Lotito deve far salvare il Crotone ed è per questo che la gente resta a casa!!!

  5. Anche io vado perché abbonato, ma capisco che effettivamente non è semplice acquistare un biglietto con queste incertezze. Ho dato fiducia per l ennesima volta ad una società distante dal contesto territoriale.Una società che avrà a che speso tanti soldi ma spesi male.Una società che ha un settore giovanile nullo eppure tempo fa il Co patron aveva detto che se ne sarebbe occupato di persona. Ultimo anno che mi abbona sia io che mio figlio. Megg scucciat

  6. Per DADA: basta con le solite frasi fatte, basta con i “sentimentalismi” spropositati! Ho fatto l’abbonamento a scatola chiusa per 20 anni e questo è il primo anno che ho rinunciato a farlo ed a venire allo stadio! Motivo? Mi sono rotto le balle di essere preso in giro dai turisti romani e dallo scagnozzo intrallazziere che hanno lasciato a Salerno per coprire la loro costante assenza! Sono tifoso anche io come te, ma se tanta gente si è stancata di andare allo stadio un motivo serio ci sarà!

  7. Che vinca o che perda noi siamo sempre a casa, prendo la sciarpa e sto su divano…
    Via questi distruttori di passione da Salerno!

  8. Ma basta con queste solite frasi fatte “solo per la maglia” oppure “riempiamo lo stadio”…. Questa è una società senza ambizioni sostenuta da tifosi che si sono venduti…. E caspita svegliatevi

  9. Ho capito ma la protesta non si fa dal divano. Prima cosa si va allo stadio e si tifa a squarciagola per 90 minuti per la nostra beneamata Salernitana poi è normale che vanno studiate e realizzate proteste contro una società senza obiettivi. Ma i granata non si abbandonano… io non mi sto sul divano!!!

  10. Ma chi la fa questa protesta gli Ultras venduti? Ma li hai mai sentiti contestare?… Allora non capisci vanno purtroppo lasciati soli é l’unica soluzione… Io sul divano non ci sono mai stato avrò visto senza esagerare oltre 700 partite della Salernitana in casa e fuori… Ora mi tocca restare a casa perché amo la Salernitana

  11. Dada fai quello che vuoi.!! Oggi andare allo stadio e’ schierarsi con i ladroni romani. A malincuore si sta a casa.E’ l’unica arma che si ha per dimostrare che ci siamo stancati di essere presi in giro. Ah, piuttosto fammi un favore:” Chiedi ai ns baldi ultra’ della NG, quando si decideranno ad esporre un solo grande striscione in curva contro questa societa”???
    P:S: La Salernitana la portiamo sempre nel cuore anche se non siamo allo stadio. E’ da generazioni che e’ cosi’.

  12. Mi dispiace ammetterlo ma oggi con questa società i veri tifosi restano a casa non vogliono essere complici di chi sta distruggendo la passione a Salerno ciao a tutti ciao

  13. Tifare Salernitana non è facile. Non è facile sapere che salvo miracoli in una vita intera non vincerai mai niente. Non è la Juve, non è il Real, non è neanche il Napoli. Ma è la tua squadra del cuore e dentro di te sogni che un giorno succeda qualcosa di grande.
    Se ti tolgono anche la possibilità di sognare uccidono la tua passione.
    Certo, pagano gli stipendi, ma io ho smesso di sognare.
    Ecco,voglio tornare a sognare, in B, in C, in D. La categoria è irrilevante. Liberateci.

  14. Fare il tifo per la Salernitana non è facile. Non è da tutti scegliere una squadra sapendo che, salvo miracoli, in una vita intera non si vincerà niente.
    Non è la Juve, non è il Real e neanche il Napoli. Però e la nostra squadra, rappresenta la passione di una città ed una provincia, ed in fondo culliamo il sogno che un giorno succeda qualcosa di grande.
    Certo, dopo anni di gestioni allegre, abbiamo una società che paga gli stipendi, ma abbiamo smesso di sognare.
    E se ad un tifoso che già ha scelto una squadra “difficile” togli il sogno, uccidi la sua passione.
    Allo stadio, con grande dispiacere, non sto andando più.
    Io voglio tornare a sognare, in C, B, D, la categoria è irrilevante.
    Liberateci. Grazie.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.