Salernitana, avanti con Gregucci: almeno per ora. Squadra in ritiro

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
3
Stampa
Livorno, Venezia e poi Spezia. Tre partite verità per la Salernitana e per Angelo Gregucci che guiederà ancora la squadra granata nonostante il doppio ko di fila con Perugia e Crotone. Nessun ribaltone o avvicendamento tecnico ma fuducia al mister pugliese che ha diretto il primo allenamento della settimana nel ritiro di San Gregorio Magno dove tre mesi fa cominciò la sua avventura dopo le dimissioni di Colantuono.

Dal 21 dicembre ad oggi con in mezzo tante sconfitte tra le mura amiche, bem cinque sotto la gestione Gregucci, il mercato di riparazione di gennaio, la sosta e poi la ripresa con prestazioni altalenanti.

Il mister sa di giocarsi tutto nelle prossime tre gare ma già Livorno, contro l’ex Roberto Breda, potrebbe dire tanto sul destino del mister granata.  La Salernitana di Gregucci pur cambiando modulo e giocando un calcio più propositivo rispetto alla gestione Colantuono viaggia con una media punti di gran lunga inferiore a quella del mister di Anzio e palesa i soliti problemi: tira poco in porta e quando lo fa non è precisa.

Non è bastato Calaiò per scuotere il reparto avanzato. Contro il Crotone Jallow (a cui è stato annullato un gol apparso ai più regolare) ha sbagliato tanto in attacco. Tanta volontà ma una sola conclusione per Vuletich, entrato a gara in corso e per Orlando anche lui impiegato nella ripresa. Non aveva fatto meglio Djuric nella settimana precedente a Perugia.

Nel frattempo Gregucci aspetta buone nuove dall’infermeria. Bernardini ha lavorato regolarmente con il gruppo a San Gregorio Magno mentre si attendono novità per i vari Mantovani, Schiavi (fisioterapia) e Perticone. Quest’ultimo, insieme a Di Gennaro ha svolto che un lavoro atletico specifico a San Gregorio. Per Livorno la Salernitana recupera anche Pucino messo ko da un virus influenzale.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

3 COMMENTI

  1. FRA TRE PARTITE E FINITO IL CAMPIONATO. CAMBIARE ALLENATORE A CHE SERVE. TANTO L’OBBIETTIVO È LA SALVEZZA. IL VERO DISASTRO DI QUESTA SOCIETÀ E L’ ASSOLUTA INDIFFERENZA E PARTECIPAZIONE CHE SI È CREATA, NEANCHE GLI ABBONATI VENGONO ALLO STADIO. LOTITO VATTENE

  2. Certo che non verrà esonerato, ancora non ha portato a termine il compito per cui è stato assunto: siamo ancora troppo vicini alla zona rischio partecipazione playoff

  3. Che buffonata, ma si vuol capire che per sua colpa siamo viaggiando verso la serie C. Poi si lamenta per le assenza dei tifosi. Questo deprime non incoraggia.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.