Cava: ad Anna Bisogno, Paolo Borrometi e Padre Enzo Fortunato i premi “ComunIcare” 2019

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
“Diritto d’informazione e libertà di stampa: quale futuro?”: se ne discute venerdì 15 marzo a Cava de’ Tirreni con Paolo Borrometi, giornalista minacciato dalla mafia costretto a vivere sotto scorta, ospite d’onore del premio ComunIcare dell’Associazione Giornalisti di Cava de’ Tirreni e Costiera Amalfitana “Lucio Barone”.

L’appuntamento è alle 18,00 nell’elegante salone d’onore del Comune di Cava de’ Tirreni.

Borrometi, presidente di Articolo 21, recentemente vittima di altre, pericolose, intimidazioni, parlerà anche della sua battaglia contro “la mafia invisibile”, raccontata nel suo ultimo libro “Un morto ogni tanto”. Con lui Padre Enzo Fortunato,direttore della Sala Stampa del Convento di Assisi, autore della rubrica TG1 Dialogo e Anna Bisogno, giornalista e docente di Storia e Linguaggio radio e televisione all’Università Roma Tre a cui verranno consegnati il premio “ComunIcare 2019″.

Al termine la cerimonia di consegna dei riconoscimenti al lavoro agli attori del territorio che hanno cura della comunicazione.

Folta la pattuglia dei premiati di questa edizione: la testata giornalistica web radio tv “LaRed” di Cava de’ Tirreni; Lolita D’Arienzo, attivissima scrittrice cavese colpita da Sla; monsignor Giuseppe Imperato, parroco emerito del Duomo di Ravello; Sigismondo Nastri, decano dei giornalisti della Costiera Amalfitana e il sottotenente dei Carabinieri Gerardo Ferrentino, già comandante della Stazione Carabinieri di Vietri sul Mare-Cetara.

Insigniti del riconoscimento “Pontegiovane”, spettante a personaggi, gruppi o situazioni giornalistiche in grado di aprire finestre di opportunità per i giovani emergenti, il “Piccolo Teatro al Borgo” di Mimmo Venditti e “Arcoscenico” di Luigi Sinacori.

All’Associazione Sbandieratori Cavensi il premio speciale per la diffusione della cultura della pace, della fratellanza e della diversità.

«Dopo il successo della prima edizione con Federico Buffa, anche quest’anno il nostro sodalizio ha immaginato un evento di spessore – dichiara il presidente dell’Assogiornalisti Emiliano Amato– In questo particolare momento storico, in cui l’attività giornalistica è sempre più a rischio, è necessario ispirarsi e confrontarsi con gli ultimi baluardi di questa professione. Non bisogna mai dimenticare che l’informazione è sorgente di democrazia, la conoscenza ci rende liberi».

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.