A Battipaglia il Giubileo della Speranza: a 200 anni dal quadro della Madonna

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Nell’anno in cui ricorrono i 200 anni dall’arrivo a Battipaglia del quadro della Madonna della
Speranza (23 Maggio del 1819, terzo sabato del mese) le parrocchie della Forania di Battipaglia –
Olevano sul Tusciano vivranno un tempo di Grazia particolare: il Giubileo della Speranza.
Il 18 maggio 2019 l’Arcivescovo di Salerno-Campagna-Acerno celebrerà solennemente la S.
Messa di apertura del Bicentenario, con la partecipazione di tutti i sacerdoti di Battipaglia, e aprirà
simbolicamente le porte del Santuario di S. Maria della Speranza. Durante l’anno, si succederanno
eventi e manifestazioni religiose e civili che coinvolgeranno l’intera città e non solo.
La ricorrenza che ci prepariamo a festeggiare avrà un particolare significato religioso, storico,
civile, culturale e sociale, ponendosi come occasione per riscoprire le radici della Città e approfondire la propria identità. Battipaglia, infatti, è nata attorno alla Cappella della famiglia Franchini che
custodiva la Sacra immagine, al mulino e alla loro casa, siti nei pressi del fiume Tusciano.
Dal punto di vista religioso abbiamo avuto il dono straordinario dal Santo Padre, attraverso la Penitenzieria Apostolica, di poter ottenere in Santuario l’indulgenza plenaria per tutto “l’anno della
Speranza”. Vivremo questo dono come opportunità di conversione personale e comunitaria e come
risposta all’appello di Papa Francesco di “non farsi rubare la Speranza”.
Vogliamo cercare inoltre di vivere questa virtù, propria del cristiano, come contributo positivo e
caratteristico da condividere con l’intera cittadinanza che vive un periodo particolarmente difficile dal
punto di vista sociale e lavorativo.
La coincidenza del Bicentenario, dei novant’anni della nascita del Comune di Battipaglia e dei
cinquant’anni dei Moti popolari che infiammarono la Piana del Sele, ci spingono a programmare per
quest’anno anche, oltre al corteo commemorativo, dibattiti e convegni che studino dal punto di vista
storico tali avvenimenti e che disegnino l’evolversi dello sviluppo agricolo, industriale e commerciale
della città. Cercheremo anche di immaginare le possibili linee per una ripresa economica e culturale
dell’intero comprensorio, compatibile con la propria identità e con il tempo in cui viviamo.
Le celebrazioni avranno un’anteprima speciale dal titolo “(È) Vento di speranza”. Un incontro di
fede e di festa che avrà luogo presso il Palazauli di Battipaglia domenica 17 marzo 2019, a partire
dalle ore 19.30.
Animerà l’evento la Corale Regionale del Rinnovamento nello Spirito Santo, Mons. Arturo
Aiello, Vescovo di Avellino, c’introdurrà al tema della Speranza cristiana che accompagnerà lo svolgersi di tutto il giubileo e l’Arcivescovo di Salerno, Mons. Luigi Moretti, ci porterà il suo saluto.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.