“Liberate la Salernitana”. Decisione Ultras di disertare l’Arechi

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
48
Stampa
«LIBERATE LA SALERNITANA. Con questa frase ci presenteremo domani a Livorno e per questo motivo d’ora in avanti, a partire dalla gara interna del 30 marzo contro il Venezia, diserteremo tutte le partite all’Arechi.
La nostra decisione, maturata di comune accordo dopo un confronto tra tutti i gruppi Ultras della Curva Sud Siberiano, anima vera della Salernitana che in troppi calpestano mentre ostentano un amore falso e che resta solo parola morta, ha un unico obiettivo: dire BASTA.
BASTA con una società che ha ridotto a umiliante e mortificante anche l’anno del nostro Centenario.
BASTA con una squadra che ha solo ricevuto, in affetto e sostegno, senza nulla dare a una maglia che giocatorini viziati e inconcludenti indossano senza sapere cosa rappresenta.
BASTA con una proprietà che ritiene sufficiente pagare gli stipendi, iscriversi e conservare la serie B perché più di questo ha dimostrato di non volere o saper garantire. In entrambi i casi, per noi possono togliere il disturbo. E se il problema è l’alternativa che manca, pazienza, ci rimboccheremo le maniche come sempre, facendo capire a chi verrà che la
Salernitana non è il giocattolo né la puttana di nessuno. Perché è la nostra vita.
Il 30 marzo, prima di Salernitana-Venezia, saremo all’esterno dell’Arechi e invitiamo tutto il popolo granata, chiunque voglia condividere con noi questa protesta, a seguirci: a disertare gli spalti e a farsi sentire fuori. Invitiamo pure chi la pensa diversamente: saremo ben lieti di ascoltare altre voci, di confrontarci su altre proposte, guardandoci negli occhi e non scrivendo sui social spesso senza metterci la faccia.
Per amare la Salernitana e lanciare un’idea non è necessario far parte di un gruppo, l’unica cosa che pretendiamo, da parte di tutti, è il rispetto per gli ultras. Chi conosce i sacrifici, gli sforzi e la mentalità dei firmatari di questo comunicato, sa bene quanto dolorosa sia questa decisione. Perché la Curva Sud è casa nostra e lasciarla vuota è come rinunciare a un pezzo del nostro cuore.
Ci avete portato a questo con la vostra arroganza, la vostra inettitudine e la vostra incapacità di far sognare una città che non aspettava altro, come vi ha sempre dimostrato.
Ora BASTA! LIBERATE LA SALERNITANA!»
Lo scrivono in un comunicato gli ultras della Curva Sud Siberiano Salerno
Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

48 COMMENTI

  1. Come sul pullman pagato il biglietto, arrivati a destinazione, si ringrazia e si scende……così con Lotito solo che noi adesso dobbiamo….sAlire!!!!!

  2. Finalmente, forza ragazzi stiamo per rinascere.Daiiiiiiiiiiiii il cuore della curva batte ancora.Grande curva Siberiano lottate. anche e soprattutto x il mitico.

  3. PENSIAMO ALLA FESTA DEI 100 ANNI PIUTTOSTO!!!!!! Direi…. Angelo di Gennaro, Bruno Venturini e Mietta nello spiazzo del Crescent …. fuochi pirotecnici sulla spiaggia si S. Teresa con fragolata e impepata di cozze, presenta Beppe Iannicelli e Valeria Marini! Che ne dite????

  4. Non è mai sbocciata la fiducia tra la dirigenza guidata da Lotito e i maggiori rappresentanti della tifoseria della Salernitana. Quest’ultimi hanno combattuto tra speranza e illusione per un progetto che riguardasse non soltanto la costruzione di una rosa competitiva ma lo sviluppo dell’indotto di una società calcistica (stadio, infrastrutture, merchandising, eccetera). È vero che il calcio è pura finanza ma con questa società non c’è mai stata nemmeno l’illusione di vendere quel romanticismo apparente che abbindola milioni di tifosi ad andare a tifare la propria squadra allo stadio.

  5. Decisione sofferta ma inevitabile, il popolo sportivo della SALERNITANA merita ben altra sorte….

  6. Ora però non cambiamo questa decisione al minimo segno di riavvicinamento da parte di questa società, non molliamo!
    La Salernitana è nostra!

  7. ripeto il messaggio scritto in un altro articolo: la contestazione è iniziata solo dopo che “il capo” dei ragazzi dei quartieri ha dato l’ok. siete peggio di quelli che dite di contestare.

  8. Ho letto e riletto il comunicato, ed ho avuto un senso di angoscia, un’ansia allo stomaco : possibile che Lotito ci ha ridotto a questo?
    Comunque credo che il messaggio rispecchi il momento attuale che tutti i tifosi stanno vivendo.
    La serie B già è tanto per Salerno? Ma accirt puork e portati pure a Babba’.

  9. sono pienamente d’accordo con il comunicato. comprendo anche il sentimento di speranza che ha guidato il comportamento degli Ultras fino ad oggi, ma c’é un limite a tutto. questi tre devono andare via da Salerno, anche se devono lasciarci in serie C, ci rimboccheremo le maniche e risaliremo con orgoglio e dignità, che non sono negoziabili. Forza Salernitana!!

  10. Assieme a questa società dovete andare via pure voi in massa …Assieme a Fabiani e skifezze varie …ci avete messo 6 anni per capirlo…alcuni lo avevano capito già al primo anno di C…detto questo ve ne dovete andare tutti …curva palummella compresi…poi si può ricostruire in termini di passione quello che eravamo e quello che oggi nn siamo più grazie anke alla vs complicità…siete vergognosi da decenni …quelli cm noi nn staranno mai al fianco di NG e Pulcinella vari…A CARICARE VENITE A CARICARE

  11. Liberate la Salernitana…..!Basta con questa farsa!
    Ogni Domenica un’agonia.
    Grazie Lotito…!

  12. Con grande sofferenza sto disertando da Gennaio. È difficile, ma l’unico messaggio forte, rumorosissimo, è quello di lasciare l’Arechi deserto. Vederete che finalmente si affronterà il problema (o almeno si aprirà un dibattito) anche a livello nazionale.
    Competere per non poter vincere è antisportivo.
    Tifare senza poter sognare è uccidere la passione.
    Liberateci !

  13. IO VOGLIO ANCORA SOGNARE…LOTITO LIBERACI VATTENEEEEEEEEEEEE !!!

  14. finalmente,statevi a casa che è meglio,tanto ormai nemmeno il tifo sapere fare più, siete ridicoli e controproducenti,la salernitana senza di voi le vincerà tutte le prossime partite. Mino caputo e i piccoli fans

  15. De Luca capo degli ultras…
    Fate ridere. Chiacchiere solo chiacchiere. Questo è il quarto anno non il quarantesimo di B. Tempo al tempo. Torneremo in A ma non per fare come il Frosinone o come nelle nostre precedenti esperienze in A. Diventeremo mediamente grandi.

  16. Finalmente un po’ di ATTRIBUTI persi ormai da anni nella vana illusione di qualcosa di buono. Un presidente che esulta in TV per la sua Lazio, torni alla Lazio….la SALERNITANA non é e non deve essere seconda a nessuno in termini di passione e STORIA del tifo, pionieri in Italia. Noi non vogliamo la serie A a tutti i costi, come il Romano potrebbe pensare, ma passione, impegno, presenza, idee, spirito di competizione che solo un appassionato può avere. Lui non ha nulla di tutto questo forse neanche per la Lazio, basta ascoltare il popolo laziale….quando esulta fa gli occhi a form di dollaro…VIA QUESTI ROMANI DA SALERNO

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.