Salerno: mercato immobiliare in rallentamento, prezzi e canoni in flessione

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
4
Stampa
“Se lo scorso anno (2017) il mercato residenziale salernitano sembrava restituire segnali di crescita, nel corso del 2018 e nei primi mesi di quest’anno si è assistito a un rallentamento che è possibile cogliere principalmente nella flessione dei prezzi” – è quanto emerge dal 1° Osservatorio sul Mercato Immobiliare 2019 di Nomisma presentato oggi a Milano.

Residenziale

L’incremento dell’attività transattiva, che a fine 2018 ha fatto segnare una variazione annuale pari all’11,8% – notevolmente superiore al 7,3% registrato in media dalle 13 città intermedie monitorate da Nomisma – presuppone una correzione dei valori più marcata rispetto all’anno precedente; riguardo le abitazioni nuove, il calo a Salerno è pari all’1,7% annuo mentre, relativamente alle abitazioni usate, la flessione è di -1,6%, dopo la sostanziale stabilità registrata lo scorso anno. La diminuzione dei valori è particolarmente riconducibile alle aree centrali.

Nomisma evidenzia come la frenata in atto vede come unico segnale positivo l’andamento dell’attività transattiva; l’intensità della domanda – per il Centro Studi bolognese – rischia di attenuarsi in ragione della diffusa dipendenza da mutuo, associata alla selettività del sistema bancario. Per questo l’aumento delle compravendite rischia di configurarsi come fenomeno di coda della fase espansiva e non come un segnale di solidità della crescita.

A riprova è da sottolineare la crescita della componente che si rivolge al segmento della locazione (56%); pur a fronte di un aumento della richiesta di affitto, i valori hanno evidenziato una flessione pari all’1,2%.

Previsioni

Per i prossimi mesi non viene confermata la prospettiva di invarianza dei prezzi che, al contrario, sembrava emergere dall’analisi dello scorso anno.

Non residenziale

Nomisma rileva un peggioramento della situazione relativa al settore non residenziale di Salerno, con segnali di arretramento sia nel settore direzionale, sia, in misura più evidente, nel comparto commerciale. Si rileva un calo delle compravendite, con una variazione annuale negativa del 13,3%; rispetto all’andamento dei prezzi e dei canoni, i rendimenti potenziali lordi da locazione risultano essere pari al 4,2% per gli uffici e al 6,2% per i negozi, inferiori a quelli rilevati in media nelle 13 città intermedie monitorate da Nomisma.

Se nel mercato direzionale la flessione è meno evidente in corrispondenza dei canoni di locazione, nel comparto commerciale si registrano cali significativi sia a livello di prezzi sia di canoni (rispettivamente -2% e -2,2%).

Previsioni

Si prevedono cali significativi sia in corrispondenza dell’attività transattiva sia con riferimento a prezzi, canoni e numero di affitti.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

4 COMMENTI

  1. Ma chi se la compra la casa a saleiiiierrno. Inoltre più costruite e più il valore delle case scende. Geni! Costruite parchi, costruite infrastrutture.. ah già non è nel vostro interesse. Basta che ci sta lo stadio e il lungomare e state apposto! Ahahahahha ridicoli!

  2. Ma nn capisco i commenti di persone ( chiamiamole tali) che leggono e commentano in modo sprezzante tutto quello che riguarda la nostra città. Pur comprendendo la loro volontà di mostrare a tutti l’ eccelsa abilità nel mettere due parole x iscritto ( fenomeno eccezionale se paragonato al debole intelletto di cui dispongono), nn capisco perché non rimangano a rimuginare sui loro Monti a discutere di argomenti piu’ Alla loro portata, tipo la giusta mungitura delle vacche. Senza offesa, ma noi siamo noi, voi chi siete?

  3. costruire palazzi ed appartamenti e non dotare poi la zona nei dintorni con parchi, giostre per bambini, piste ciclabili, spazi ricreativi, zone di verde pubblico… ovviamente non è nell’interesse di nessuno quindi niente da fare… El Cico, hai pienamente ragione ed è davvero triste che la nostra città non venga dotata di tali spazi…

  4. Ma quando mai 😀 Le case nuove non fanno perdere valore alle altre, si segue la legge della domanda e dell’offerta, ne sono state costruite tante perchè ci si attendeva una ripresa delle vendite, cosa che non è avvenuta e non avverrà di qui a breve, andrebbe fatto un plauso a chi ha consigliato ai vari costruttori di investire. Ed il bello è che ti dicono che hanno venduto tutto, per poi aggiungere “ma forse una soluzione si trova”, chiaro segnale che stanno alla canna del gas e non vogliono trattare sul prezzo. Poverini, una valanga di fallimenti li sommergerà! I parchi e le infrastrutture non portano lavoro se non alle solite ditte, Salerno si spopola perchè il lavoro è altrove, quindi acqusitare casa qui non ha alcun senso, soprattutto perchè i prezzi sono ai livelli di una grande metropoli europea (cosa che a differenza di quanto blaterate non siamo). Solo un pazzo o un co****** acquisterebbe una casa ora, dagli tempo che complice la sempre più certa recessione i prezzi si dimezzeranno, nessuno vorrà 4 mura in più su cui pagare tasse

    Mario

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.