Non c’è pace per i morti, vandali in azione nel cimitero di Salerno

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
11
Stampa
Ci sono i nostri cari defunti. E poi ci sono quelli morti dentro. Che si aggirano nottetempo, come jene, tra le tombe del cimitero cittadino, saccheggiando qua e là, sventrando lapidi, accanendosi sui sepolcri per accaparrarsi qualche anfora in bronzo, per mettere le mani su qualche reggi-lumino in rame, arrivando addirittura a staccare lettere in ottone dal marmo, rendendo anonime decine di sepolture.

Materiale, ovviamente, da rivendere poi, per pochi euro. Come definirli? Ladri o vandali, suonerebbe quasi come un complimento per degli ignobili che rischiano di restare anche ignoti.

Perché, a quanto pare, sanno bene come fare per non entrare nel raggio d’azione delle telecamere di videosorveglianza. Non sappiamo se siano o meno regolarmente in funzione le telecamere, ma quel che è sicuro è che tutti i varchi sono monitorati, così come il perimetro dell’area cimiteriale, a eccezione dell’unica zona franca che potrebbe essere nei pressi del nuovo parcheggio.

Lì, non ci sono impianti di videosorveglianza, per cui chiunque può accedere al camposanto, naturalmente scavalcando le mura. Non è la prima volta, che il cimitero cittadino viene saccheggiato, non sarà nemmeno l’ultima, almeno fino a quando non si deciderà di serrare ulteriormente i controlli.

Fonte LIRATV.com

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

11 COMMENTI

  1. Il Comune ha l’onere della sorveglianza. Cosa fa il Comune di Salerno per sorvegliare il cimitero ? A chi è affidata la direzione e quindi la sorveglianza ? Sarebbe il caso di prendere provvedimenti ….

  2. … NESSUNA PACE PER VOI SCIACALLI NE IN VITA E COSÌ NELLA MORTE. MARCIRANNO CON VOI ANCHE TUTTI COLORO CHE USUFRUIRANNO DEI 4 SPICCIOLI FRUTTO DI QUESTE PORCHERIE. CHE SIATE MALEDETTI E VIVENTI NEGLI INFERI PIÙ PROFONDI.

  3. Siamo alle solite…. e chi deve prendere i dovuti provvedimenti non li adotta. Che dite? Li vogliamo citare per i danni? Cosi’ devolveremo il risarcimento a loro stessi per implementare la sorveglianza.
    Ho subito già più volte furti e danni materiali, regolarmente denunciati ma sia il Sindaco che il Direttore dei Servizi Cimiteriali non si sono presi neanche la briga di rispondere alle mie garbate e civili mail di protesta….. e chest’è.

  4. Ma secondo voi a chi rivenderanno queste cose? È possibile pensare che tornino a chi poi dovrà ripristinarle al loro posto? Speriamo non venga fuori uno schifo peggiore di quanto già adesso non stiamo vedendo…

  5. Vergognoso !!! Vasi in bronzo pagati milioni di lire!!!! Chi ce li rimborsa?!?
    E se avessero scavato i morti ?!??
    Che brutta fine …
    non so se sono più indignata per il gesto ed i furti oppure per i mancati controlli !!!!

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.