Mister Gregucci valuta seriamente il 4-4-1-1

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
5
Stampa

La settimana che condurrà alla sfida tra Salernitana e Venezia si apre all’insegna di una serie di dubbi. Mister Gregucci, con l’aiuto dello staff sanitario e di un pizzico di fortuna, spera di fugarli quanto prima. Il tecnico granata sembra intenzionato a mettere momentaneamente da parte la difesa a tre.

Senza 3-5-2 o 3-4-1-2 (i moduli maggiormente utilizzati nel corso della stagione), il trainer pugliese avrebbe a sua disposizione due chance: il 4-4-1-1, provato nel corso del ritiro a San Gregorio Magno, ed il 4-3-1-2, già utilizzato in passato (anche se di rado).

Vista l’assenza dello squalificato Jallow e le precarie condizioni di Calaiò, che ha ancora noie al polpaccio, la sensazione è che alla fine Gregucci opterà per lo schieramento che prevede l’impiego di un centravanti (Djuric in vantaggio su Vuletich), una mezza punta (in corsa Andrè Anderson, Rosina e Mazzarani) e due esterni in grado di saltare l’uomo (Djavan Anderson ed Orlando), che dovranno però dare una mano anche in fase di non possesso.

Considerata la perdurante indisponibilità di Di Gennaro, al quale non è servita nemmeno la sosta per lasciare l’infermeria, in mediana Di Tacchio e Akpa Akpro sono in vantaggio rispetto a Minala ed Odjer (più a loro agio come interni ai lati di un regista).

A guardia della porta di Micai, invece, dovrebbero giocare Casasola, Migliorini, Gigliotti e Lopez, con Mantovani come unica alternativa in mezzo, visto il nuovo stop di Bernardini e le precarie condizioni fisiche di Perticone e Schiavi. Pucino dovrebbe partire dalla panchina.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

5 COMMENTI

  1. L ho detto e lo ripeto : modulo 5 – 5 più il portiere.
    Così sperando di fare più pareggi possibile ed evitare brutte sorprese, leggi play-out , anche perché non ci sarebbe il Lanciano di turno(non pagava gli stipendi, era sequestrato e fallito).

  2. Obiettivamente con questi calciatori neanche il Padreterno potrebbe fare di più. Centrocampisti venuti a Salerno già infortunati, con problemi che si portano dietro da anni, attaccanti che hanno seri problemi sotto porta, mercato di gennaio che ha visto partire Bocalon che bene o male il gol lo segnava per veder arrivare Calaio, che per quanto forte ha la sua età. Una squadra fatta grazie ai vari fallimenti senza ne capo ne coda. Speriamo almeno di mantenere la categoria

  3. fate 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1…..il trenino dell amore, cosi vincete almeno una volta

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.