Luci d`Artista a Salerno: la Corte dei Conti chiede i danni

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
11
Stampa
La Procura Regionale della Corte dei Conti per la Campania, al termine degli accertamenti delegati alla Guardia di Finanza di Salerno, ha riscontrato irregolarità nell’assegnazione dell’appalto per i lavori relativi alla manifestazione “Luci d’artista”, kermesse natalizia del Comune di Salerno.

Le indagini del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria di Salerno hanno riguardato gli appalti di forniture ed opere, nonché le prestazioni rese ed i finanziamenti complessivamente erogati in occasione della X (anno 2015/2016), XI (anno 2016/2017) e XII (anno 2017/2018) edizione dell’evento che ormai ininterrottamente dal 2006 si svolge nel capoluogo salernitano, in occasione delle festività natalizie e di fine anno.

In particolare, è stata evidenziata l’illegittimità di alcune procedure amministrative, poste in essere da responsabili comunali i quali, relativamente all’assegnazione degli appalti che hanno comportato una spesa complessiva nel predetto triennio di circa 8 milioni e mezzo di euro, hanno frequentemente fatto ricorso ad onerosi affidamenti diretti anziché procedere all’indizione di gare pubbliche, così come ordinariamente previsto dalla normativa di riferimento.

Le indagini sin qui svolte hanno consentito di accertare che tale iter procedurale ha consentito l’affido di lavori e forniture ad un ristretto novero di società, individuate di volta in volta dai dirigenti comunali, in assenza di trasparenti procedure comparative pubbliche, ledendo così anche i principi di efficienza, imparzialità e parità di trattamento che dovrebbero caratterizzare l’agire amministrativo.

All’esito della complessa attività investigativa svolta, la Procura contabile ha individuato quali responsabili del danno erariale accertato, quantificato in circa 850 mila euro, due dirigenti ed un funzionario del Comune di Salerno, nei cui confronti sono stati notificati formali atti di contestazione degli illeciti rilevati

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

11 COMMENTI

  1. I soliti noti pasticceri del Comune di Salerno …………. Tanto paga pantalone!!!

  2. … senza fare niente per questa città, è più salutare.

  3. Trent’anni di scandali e nessuno paga!!!! Neanche stavolta, certamente, nessuno degli interessati pagherà, tranne i salernitani che hanno pagato, stanno pagando e continueranno a pagare, se non vengono buttati fuori i De Luca da Salerno, i misfatti, le ruberie e gli interessi privati di cui le amministrazioni e gli amministratori di natura deluchiana si sono macchiati e continuano a macchiarsi!

  4. Ma che novità!!!! Quando la gara non la vince chi la deve vincere, l’amico viene allontanato. Qui invece le gare non le facevano proprio. Che signori … trasparenti in tutto

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.