Verona, De Luca: «Iniziativa di chi magari ha 2 o 3 divorzi e 5 o 6 figli fuori da famiglia»

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
40
Stampa
“Congresso delle famiglie a Verona? Non è una iniziativa sulla famiglia, ma sulla regressione culturale.

Sembra una iniziativa che ha come obiettivo un arretramento sul piano dei diritti e anche del senso comune. E, al solito, crea nel Paese un clima di angoscia e di scontri”.

Così, a Lira Tv, esordisce il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, nel suo j‘accuse al 13mo Congresso mondiale delle famiglie, in corso a Verona.

E aggiunge: “Ma quale famiglia? Come sempre, quelli che prendono iniziative sulla famiglia sono gli stessi che, magari, vengono da 2 o 3 divorzi o hanno 5 o 6 figli fuori dalla famiglia. Che dovrebbe fare questa iniziativa sulla famiglia, promossa dalla Lega di Salvini?

La legge sull’interruzione di gravidanza è un diritto incancellabile, sui gay che cosa dovremmo fare? Ho visto che nel Brunei un sultano ha deciso la lapidazione dei gay e degli adulteri. Quindi, in Italia avremmo la lapidazione di mezzo Paese“.

De Luca poi passa a descrivere la situazione critica a Napoli, dal sabotaggio di un macchinario salvavita all’ospedale Cardarelli alla vicenda delle nozze trash tra un cantante neomelodico e la vedova di un boss: “Il matrimonio con tanto di cavalli e carrozze a passeggio in piazza Plebiscito è un episodio che sporca l’immagine della città. Questi elementi di plebeismo e pulcinellismo offendono la dignità di una grande capitale d’Europa come Napoli. Prima ci liberiamo di questi elementi, meglio è.

La Campania è in prima fila nella lotta contro il plebeismo. Non è più tollerabile che una grande capitale veda la propria immagine sporcata da episodi indegni. Stendiamo un velo pietoso”.

E rincara: “Per la inefficienza del Comune di Napoli avremo un danno, perché perderemo di sicuro 20 milioni di euro di fondi europei: il cantiere di via Marina rimane bloccato da tempo immemorabile e quindi non si è potuto rendicontare questo investimento all’Europa entro marzo 2019.

Questi soldi ci saranno revocati. Ma vi sono anche altri cantieri importanti. C’è la mostra d’Oltremare negli uffici delle Universiadi, che, voglio ricordare, sono un investimento a totale carico della Regione per 270 milioni di euro. Il governo di prima ha fatto finta di metterci 100 milioni di euro, ma sono sempre soldi della Regione Campania.

Quindi, non ci mette un euro nessuno. Stiamo facendo cose eccezionali, grazie alla Regione Campania. Lo voglio dire 100 volte – continua – perché c’è gente che fa finta di non capire o va in giro a mettere il cappello sulla fatica degli altri o sui soldi degli altri. Coi nostri soldi stiamo rifacendo decine di impianti sportivi che avrebbe dovuto ristrutturare il Comune di Napoli. Si pensi allo stadio San Paolo.

Quelli del Comune di Napoli due anni fa ci aveva detto che se la vedevano loro, perché intendevano accendere un mutuo del credito sportivo. A maggio dello scorso anno sono venuti da noi e ci hanno detto che non avevano un euro. Abbiamo dovuto prendere in fretta e furia 20 milioni di euro dai fondi per le Universiadi e dal 18 aprile, dopo la partita con l’Arsenal, cominceremo i lavori, sperando che non diano fastidio alcuni amministratori improvvidi e assonnati“.

FONTE Il Fatto Quotidiano

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

40 COMMENTI

  1. commento tagliato o perso casualmente? …. ritentiamo? l’anonimo esperto di calcoli 9-48 si capisce chiaramente che non si è accorto che da quasi cinque anni al governo della regione ci sta un certo vincenzo, forse non lo sai ancora, chiediti perchè! sarà che non ha fatto nulla? poi ti porto pure a conoscenza di un altro fatto bello e sconosciuto ai furbetti prezzolati come te: quel vincenzo è delPd! ora che hai scoperto questi due segreti puoi correre davanti allo specchio e agire di conseguenza.
    23-32 se ho capito bene sei un pericoloso violento nell’anima, ma forse ho capito male io

  2. 11 e 11 che vuoi leggere ? il governatore è uno solo da quattro anni, continui a sparare frasi a caso senza voler vedere che la realtà è diversa da quella che vuoi far credere. è finito il tempo della colpa ai governi precedenti, fattene una ragione. Dopo quattro anni chi governa dovrebbe avere avuto tutto il tempo per cambiar le cose, se lo sa fare, altrimenti .. escono i sapienti come te a sparlare del trapassato

  3. x AH CARPAZIO…. se i sapienti come te scendessero dall’altare e spiegassero ai poveri ignoranti forse sarebbe pure meglio, altrimenti si può pure pensare che il sapiente parla per mascherare l’ignoranza!

  4. Sanità, bilanci in ordine in Campania: ok della Corte di Conti . Dalla relazione della Corte dei Conti (ottobre 2018….mica preistoria!) .Il Ruggi azzera le perdite, l’Asl di Salerno abbatte del 25% l’indebitamento.E i progressi sono riconosciuti dal Tavolo tecnico per la verifica degli adempimenti regionali e dal Comitato permanente per la verifica dei Lea. Nel verbale del 18 luglio scorso, ad esempio, si rileva che i due organismi «provvedono all’aggiornamento delle valutazioni effettuate, avendo la Regione Campania registrato nel biennio 2016-2017 – scrivono i giudici – un risultato di gestione che evidenzia un avanzo medio annuo di 19,330 milioni di euro e avendo registrato un trend consolidato nel triennio di risultati di gestione in equilibrio». La Corte evidenzia l’aumento nel 2014, seguito da una consistente riduzione nel 2015 e 2016, a livello di impegni, rispetto a quelli presenti nel bilancio generale regionale. In pratica, sono gli anni in cui la sanità campana avvia l’inversione di tendenza, nel comparto che assorbe oltre il 70% delle risorse regionali. «I conti economici consolidati della sanità relativi agli anni 2015 e 2016 – si legge – evidenziano un risultato positivo, al lordo delle rettifiche, pari rispettivamente a 68,59 milioni di euro per l’anno 2015 e a 101,30 milioni per l’anno 2016» Per l’Azienda Ospedaliera Universitaria San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona, il ruolino parla di -19.549 milioni (2012); -12.806 (2013); 7.777 (2014); 1.919 (2015); 3.633 (2016). Note positive anche in materia di indebitamento: tra 2015 e 2016 si passa da 10.874 a 6.660 milioni. La variazione per l’Asl Salerno è del -25%
    SIETE SOLO RANCOROSI, SOMARI, E FASCISTI BUZZURRI.

  5. ci mancava il cretino malato di fascismo, ne sentivamo la mancanza proprio! grazie di esistere! tutto quello sproloquio cosa c’entra col chiamare in causa i bilanci 2010 quando da quattro anni, gli ultimi, ci sta deluca? lo sai solo tu, ma continua crogiolarti neltuo mondo fascista fantastico di centannifa, uno che chiama in causa un fascismo seppellito da centanni è solo un poveruomo con qualche problema. se tu fossi stata una persona equilibrata e intlligente portavi solo gli argomenti a sostegno dei fatti, invece ti piace offendere soloamente, e quindi resti il poveruomo che sei.
    nel merito, i sindacati non la pensano come te, e neppure i cittadini, visti i tanti casi di malasanità di cui abbiamo letto solo nell’ultimo mese. parliamo poi dei tagli al personale ed esuberi? e il blocco delle ricette appena avvenuto e che ci sarà di nuovo tra qualche mese?!??! questo è risanare? certo, taglio tutto, elimino il servizio, il cittadino va sul privato e il pubblico per magia risulta in positivo! bravo tu e loro.

  6. potevi fare di meglio, ma accetto pure io il tuo consiglio così penso meglio te e alla str–ata che è uscita dalla tua bocca

  7. Sei ORBA…e poi, come “realizzi” tu ….nessuno al mondo saprebbe, parimente, decorare la ceramica…..!

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.