Eboli: intesa tra il Comune e l’ASI per programmazione aree industriali

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
In mattinata nell’aula consiliare, il sindaco di Eboli, Massimo Cariello, ed il presidente del consorzio ASI di Salerno, Antonio Visconti, hanno sottoscritto un protocollo di intenti tra Comune e Consorzio per la programmazione unitaria dell’area industriale di Eboli con l’agglomerato industriale di Battipaglia.

Alla cerimonia hanno partecipato numerosi amministratori, il presidente della commissione bilancio della Regione, Franco Picarone, e l’on. Piero De Luca. L’intesa è destinata a favorire le politiche di sviluppo dell’area e si propone anche come viatico all’inserimento dell’area industriale di Eboli nella Zona Economica Speciale (ZES) che garantisce agevolazioni fiscali e semplificazione amministrativa.

«Questa firma arriva a conclusione di un enorme lavoro – ha detto il sindaco di Eboli, Massimo Cariello -. Stiamo regolamentando l’area industriale, dove c’erano decine di lotti assegnati e non utilizzati, per i quali abbiamo decretato la decadenza, favorendo nuovi investimenti. Lavoriamo per creare le condizioni dello sviluppo e del lavoro e questa firma è una tappa fondamentale, per la quale ringrazio gli amministratori che mi affiancano, il Consorzio ASI di Salerno e l’ottimo lavoro dell’ufficio comunale coordinato dal dirigente Francesco Mandia».

L’intesa è stata possibile proprio grazie all’enorme lavoro di sistemazione che l’Amministrazione comunale ha disegnato sull’area industriale, come hanno sottolineato nei loro interventi di saluto il presidente della commissione attività produttive, Cosimo Naponiello, e l’assessore Giovanna Albano. «Quest’area rappresenta un polo industriale tra i primi della Campania – ha ricordato il presidente Visconti -. Puntiamo a migliorare i collegamenti, rilanciare l’idea dell’interporto e sostenere lo sviluppo».

La presentazione dell’intesa è stata occasione anche per fare il punto sulla ZES. «La Campania è stata la prima regione a credere nella Zona Economica Speciale – ha detto l’on. Picarone –. Non vedo alcun ostacolo all’inserimento di Eboli nella ZES, ci sono aree industriali e produzioni contigue, il Comune di Eboli si è mosso bene nel recuperare questa possibilità, anche con questa firma che è un passo in avanti».

Il tema della ZES rilancia anche la necessità di prevedere finanziamenti maggiori. «Il protocollo di oggi è importante per allargare la ZES ad Eboli – ha detto l’on. De Luca -. Occorre però aumentare gli investimenti, dal Governo centrale c’è scarsa attenzione. Dobbiamo puntare ad azioni di sistema, tra cui anche uno sportello unico regionale per le imprese che investono in area ZES».

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.