Lo Spezia al 94′ inguaia la Salernitana e Gregucci: al Picco è 2-1

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
15
Stampa
Ora può colare a picco la Salernitana proprio al Picco di La Spezia dove la sconfitta di stasera costa caro alla classifica che rimane da attenzionare. Una partita che si è complicata dopo aver trovato il vantaggio a fine primo tempo con il redivivo Djuric che concede il bis di sabato sempre in cooperazione con Rosina. E il tutto dopo un primo tempo avaro di emozioni. Nella ripresa i liguri entrano con il piglio giusto e con Mora dopo un quarto d’ora riequilibrano il match. E qui la Salernitana vacilla salvata in una circostanza da Micai e un’altra dal palo mentre altre volte per l’imprecisione di Galbinov, Pierini e lo stesso Mora. Nel finale in pieno recupero Capadrossi in mischia trova un successo che manda i granata all’inferno e forse anche Gregucci.

Tre giorni dopo il pareggio interno rimediato con il Venezia torna in campo dunque la Salernitana di Angelo Gregucci per il 21mo turno di serie B che si gioca in infrasettimanale. A La Spezia il tecnico pugliese si gioca tutto: vincere per uscire dalla crisi e ricominciare a vedere la luce infondo al tunnel. Ma importante stasera è soprattutto non perdere per non ritrovarsi impelagati nella palude della zona play-out anche perché dopo questo match i granata avranno il turno di riposo e le altre antagoniste che stanno dietro potrebbero recuperare terreno prezioso.

Salernitana a trazione anteriore dunque  al Picco. I granata giocheranno con il 4-4-1-1 con Jallow in campo al posto di Djavan Anderson. Un modulo offensivo che si completa, in avanti con Rosina e Djuric che proprio sabato ha trovato il primo gol in granata proprio in cooperazione con Rosina.

Con la maglia granata debutta Memolla che sostituisce lo squalificato Lopez. Ancora out Calaiò, accanto a Migliorini riecco Mantovani. Confermato Pucino a destra e appunto esordio dell’albanese Memolla a sinistra. In mediana l’inamovibile Di Tacchio che però è in diffida. Ai suoi lati Casasola e Akpa Akpro.

Spezia con 40 punti si gioca le cartucce per la zona play-off avendo il Cittadella nel mirino. Mister Marino si affida all’esperienza di Galabinov in avanti con Bidaoui e Da Cruz ai suoi lati. Bartolomei, Ricci (ex dei campani) e Mora saranno i mediani mentre i quattro in difesa dinanzi a Lamanna sono Vignali, Terzi Capadrossi e Augello. Arbitra Di Martino di Teramo.

LA PARTITA

Serata fresca a La Spezia dove non c’è il pubblico delle grandi occasioni. Un centinaio i supporters giunti da Salerno. Rete della porta dello Spezia danneggiata e riparata prima del fischio di inizio. Al 5’ buona occasione spezzina con Da Cruz che da buona posizione si coordina male e spara fuori. Dopo un minuto buna idea Rosina-Djuric fermata dal fuorigioco. Al quarto d’ora buona giocata di Bartolomei, sfera di poco fuori. I granata hanno comunque il pallino del gioco ma cadono spesso in offside. Lo stesso Bartolomei sfiora il gol 5 minuti dopo, chiude Memolla. Rosina ci prova su punizione da posizione defilata, Lamanna di pugno c’è. Tegola per Marino, Bidaoui costretto a lasciare il campo a favore di Pierini. Nel finale di tempo giallo per Akpa Akpro per fallo tattico in mediana. E quando sembra che si vada a riposo sullo 0-0 Rosina inventa il cross perfetto per Djuric che di testa batte Lamanna per il secondo centro consecutivo. Finisce così un combattuto primo tempo.

SECONDO TEMPO

 Squadre in campo con gli stessi schieramenti che hanno concluso la prima frazione. Pericoloso in avvio Jallow che spara sul difensore Capradossi. Angolo non sfruttato da Pucino. Lo stesso Jallow viene ammonito un minuto dopo per fallo su Pierini. Memolla regala un calcio d’angolo dal quale c’è una mischia in area granata risolta da una rovesciata di Mora, Micai non trattiene e la sfera varca la linea nonostante il tentativo disperato del portiere ex Bari. 1-1 e match riaperto.

Jallow infortunato lascia il campo a Djavan Anderson. I granata provano la reazione ma Casasola viene anticipato. Al 21’ Galabinov ha sul sinistro la sfera del raddoppio, Micai questa volta è decisivo. Dopo 5 minuti incredibile cosa sciupa la Spezia: Galabinov tutto solo cincischia troppo e si fa murare, poi arriva Pierini che colpisce il palo. Lo stesso esterno in un minuto getta alle ortiche due buone occasioni.

Esce Djuric ed entra Vuletich nei granata mentre Maggiore rileva Bartolomei nei liguri. Mora atterra Rosina e giallo anche per lui. Lo stesso ex Torino viene rilevato da Odjer mentre è Mora a far gridare al gol nel finale.  Entra Gyasi per Pierini per i 4 minuti finali di recupero ma non accade quasi nulla più. Nel finale in pieno recupero Capadrossi in mischia trova un successo che manda i granata all’inferno e forse anche Gregucci.

TABELLINO SPEZIA-SALERNITANA 2-1 

SPEZIA (4-3-3): Lamanna; Vignali, Terzi, Capradossi, Augello; Bartolomei (34’ st Maggiore), Ricci, Mora; Da Cruz, Galabinov, Bidaoui (38’ pt Pierini, 46’ st Gyasi). A disp: Manfredini, Barone, Brero, Crivello, Ligi, De Col, De Francesco. All. Pasquale Marino

SALERNITANA (4-2-3-1): Micai; Pucino, Migliorini, Mantovani, Memolla; Akpa Akpro, Di Tacchio; Casasola, Rosina(44’ st Odjer), Jallow (14’ st D.Anderson); Djuric (34’ st Vuletich). A disp: Vannucchi, Lazzari, Gigliotti, Minala, Orlando, A. Anderson, Perticone, Mazzarani. All. Angelo Gregucci

Arbitro: Antonio Di Martino di Teramo (Maccaddino/Borzomì). IV uomo: Enrico Maggio di Lodi

NOTE. Marcatori: 43’ pt Djuric (SA), 13’ st Mora (SP), 49’ st Capradossi (SP); Ammoniti: Mora (SP), Akpa Akpro, Jallow, Djuric (SA); Angoli: 1-6; Recupero: 1’ pt – 5’ st;

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

15 COMMENTI

  1. …be siamo contenti?…liberate la Salernitana…meglio la C….ecc..ecc
    Ecco accontentati tutti e nelle ultime 3 partite dimentichiamoci di fare punti e aggiungete il riposo forzato…credo che retrocessione è dietro l’angolo.
    Lotito svenderà la società e noi ancora in C con l’imprenditore di turno che prometterà.
    L’importante che siamo tutti contenti… i derby campani ci aspettano…ma saremo liberi di sognare…

  2. Squadra senza spina dorsale, con giocatori scarsi. 2 gol regalati, il 2 poi, solo ad un metro dalla porta. Già da Salerno i romani. Classifica preoccupante… Mo so cazzi.

  3. Squadra senza spina dorsale, con giocatori scarsi. 2 gol regalati, il 2 poi, solo ad un metro dalla porta. Via da Salerno i romani. Classifica preoccupereiante… Mo so cazzi.

  4. Ma qualcuno mi sa spiegare xké sull’1-1 hanno smesso di giocare???
    Volevano il pareggio? Ma per fare cosa???
    E menomale avevano detto che il colpo a La Spezia era possibile, poi loro pareggiano e noi ci fermiamo per quasi mezza partita???
    Incomprensibile…
    Manco all’oratorio si gioca così…
    Hanno deciso di retrocedere.
    Il pareggio non sarebbe servito a nulla, che si fermano a fare??? Sono veramente la scfravcarura dei calciatori.

  5. Io mi chiedo come una squadra, anzi meglio dire una banda,simile è riuscita a racimolare 35 punti. Senza capo né coda, ma soprattutto senza anima.
    Ah, la colpa è dei 100 tifosi al seguito …giusto Lotito e Fabiani?

  6. Gregucci è meglio che torna dove stava prima , qui ha fallito in pieno.Insiste cocciutamente su giocatori scarsissimi ( Jallow e Anderson quello ossigenato)E la lega Pro si avvicina.!!!!!!!!.

  7. Non so più come offendervi..non ho nemmeno più la Forza. Ci avete svuotati di tutto. So che non ve ne andrete, xké dovete continuare a fare questi babbà tra lazio e Salernitana, ma dovete rimanere soli. Nel frattempo possiamo solo augurarvi il peggio.
    Farabutti

  8. No comment solito sconcio del calcio liberate la nostra maglia dal vostro schifo, giocatori nulli li pagate pure…. Ste schiappe,! Poi vedere gente che va in trasferta dopo una protesta IN CASA ridicolissimi….. UNA VERGOGNA GLOBALE BASTA ANDATEVENE Subito ci siamo rotti…. Il…. Siamo stanchi LIBERATE LA NOSTRA CITTÀ DA STO SCHIFO VIVENTE…….. MEGLIO LA C ma con gente che ci crede con noi.

  9. Ora quanto chiederà Lotito per vendere la Salernitana?
    Ora l’ufficio indagine dovrà tenere gli occhi aperti perché adesso inizieranno i pasticcieri a fare i babba’

  10. Irpino e cavaiuol che parlano… Brutto non avere una squadra da seguire?! Pure se andassimo in serie D vi pisciamo sempre in testa…

  11. Granata d’amore fatti due domande: ma sarà che Lotito sta imponendo alla squadra di perdere per fare mettere paura a qualche pollastro o potere dire che se retrocediamo la colpa è dei tifosi? Siamo in ostaggio di uno che sarebbe disposto a farci retrocedere pur di non dovere ammettere il vergognoso giochetto che sta facendo. La Salernitana va liberata da Lotito e i risultati del campo non contano, perché tanto questi sono campionati di cartapesta. A fine anno delle due una: Lotito va via e cede a qualcuno per la cifra che vale questa squadra, circa un terzo di quello che lui spara, o restituisce nome e marchio al Comune, e la Lazio B va a giocare altrove.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.