Il Mattino: Gregucci non molla «Avanti per i tifosi»

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
14
Stampa
‘Gregucci non molla «Avanti per i tifosi». Niente dimissioni e niente esonero dopo la sconfitta. Discorso ai calciatori: «Dobbiamo rispettare la piazza». Mister blindato da un contratto che scade nel 2020. La società riflette: all’orizzonte c’è il turno di stop forzato. Questa volta nessun ritiro punitivo a San Gregorio Magno. In clausura al Mary Rosy’

E’ l’apertura delle pagine dedicate alla Salernitana sul quotidiano Il Mattino oggi in edicola

All’interno leggiamo anche: ‘«Club solido ma non basta. Comune vigile sui granata». Caramanno interviene alla presentazione di «Salerno corre»: «La squadra scivola. Dialogo assiduo con la proprietà☼

Rendimento da brividi un ko ogni due partite. Punti e gol fatti, l’allenatore pugliese perde il confronto con Colantuono. Meno falli rispetto alla gestione del predecessore ma più cartellini gialli. Zero continuità. Delusioni all’Arechi gioco più offensivo ma attacco flop. Identico il numero di reri incassate.

Il crollo. Dal sogno del terzo posto all’incubo della coda playout

Il campionato. Weekend sul divano incrociando le dita

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

14 COMMENTI

  1. “….avanti per i tifosi…” sarebbe meglio dire avanti per il contratto che scade nel 2020.
    Gregu’ non dire fesserie come il tuo padrone!

  2. Avanti per i tifosi sinceramente se lo poteva risparmiare… piuttosto avanti per i soldi…
    Avrebbe fatto meglio pure Oronzo Canà
    Non c è limite all’indecenza

  3. Gregucci è Salentino. Provincia di Lecce. A me non sembra che abbia l’accento romano. Magari tenta goffamente di imitarlo, dato i suoi trascorsi nella Capitale…

  4. Non credo ci siano tifosi che vogliono che Gregucci rimanga anche perché i disastri che ha fatto sono sotto gli occhi di tutti
    Per me vuole rimanere per completare la sua opera e quindi fino a che non ha la matematica certezza della retrocessione non si dimette
    anche Carlo Soldo Ammazalorso e Varrella molto meglio di lui

  5. Caro allenatore e chiamandoti in questo modo faccio un torto a chi è davvero competente di questo lavoro, se VAI AVANTI COSÌ ci porti in serie C….se hai un minimo di coerenza DIMETTITI…Colantuono è 100mila volte più Signore di te….

  6. È della provincia di Taranto. Se ha un po di accento romano è perché ha giocato nella Lazio per tanto tempo

  7. E perché mai dovrebbe dimettersi, sta solo svolgendo il compito assegnato dal burino, ovvero scivolare in fondo alla classifica per cercare qualche incasso di fine campionato contando sugli ingenui che ancora vanno e andrebbero allo stadio, quindi lui per questo non si dimette. Di esonero poi non se ne parla proprio, quando mai il noto burino metterebbe mano al portafogli per pagare due allenatori per la Salernitana. E pensare che ancora tanti non dormono la notte al pensiero che questa società possa andare via. Svegliatevi e cercate di capire che solo disertando lo stadio possiamo tentare di salvare la nostra amata Salernitana

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.