Salerno: spunta un ferito dopo la sparatoria a Mercatello

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
11
Stampa
Ci sarebbe un ferito per la sparatoria dell’altro giorno a Mercatello. Lo scrive il quotidiano Il Mattino oggi in edicola. Si tratterebbe di un uomo originario di Giffoni Valle Piana accompagnato al pronto soccorso dagli agenti della Squadra mobile. L’uomo non è in pericolo di vita ma resta il giallo su tutta la vicenda su cui indagano, nel massimo riserbo le forze dell’ordine.

Nei video delle telecamere presenti in zona ci sarebbero state due auto, una Smart e un’altra, anche questa di piccole dimensioni, che si sarebbero inseguite e la sparatoria sarebbe avvenuta durante la corsa.

Qualcuno, a Mercatello, avrebbe anche sussurrato alle orecchi degli inquirenti, che coloro che erano all’interno delle vetture, si sarebbero sparati a vicenda ma questo dettaglio è ancora tutto da verificare.

Il fatto sarebbe accaduto a mezzogiorno mentre la telefonata anonima per segnalare la sparatoria è giunta ai centralini della questura di Salerno soltanto alle 16

 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

11 COMMENTI

  1. La parte della zona orientale tra Santa Margherita, Mariconda e Sant’Eustachio a partire dalla fine degli anni 90 è diventata un ghetto in preda a spaccio e criminalità. Siamo al terzo conflitto a fuoco in pochi anni e basta guardare le facce che girano nei rioni che ho appena citato per rendersene conto. Mi piange il cuore a dirlo perché sono cresciuto esattamente lì, ma la situazione è preoccupante.

  2. Come darti torto. Anche io, quando vado a correre al Parco Mercatello, vedo certe facce e sento certi discorsi da terzo mondo, mamma mia.

  3. Troppi brutti ceffi in giro anche a Pastena. Torrione comincia a preoccupare, soprattutto nella zona di Piazza Santelmo.

  4. Dovrebbe fare un bel blitz a Mariconda…troverebbero molte molte ma molte cose

  5. Vero, il fenomeno della criminalità riguarda solo Salerno, Pastena precisamente. E solamente negli ultimi anni perché prima o non eravate nati o nn uscivate di casa. Invece le altre citta’ Sono oasi felici, Los Angeles, Parigi,Berlino…. davvero un gran peccato che tutto il male giri intorno al parco del Mercatello

  6. Contento tu che pensi di vivere in una città tranquilla e sicura, io in zona ci vivo e mia figlia la sera non può più portare a spasso il cane come era solita fare, più volte è stata molestata da balordi e per pura casualità è sempre andata bene; delle mie numerose segnalazioni se ne sono fregati amministrazione e forze dell’ordine (queste ultime agiscono solo a reati compiuti, come a dire che prima devono stuprare/rapinare/uccidere i miei cari e poi accettano la denuncia). Fare paragoni con grandi metropoli è innanzitutto stupido perchè le problematiche sono diverse, ma volendolo fare andrebbe rapportato il tutto alla popolazione, tenendo conto per di più che nelle statistiche rientrano solo i crimini denunciati, cosa che i signori nell’articolo non penso proprio abbiano fatto. Ed indovina? Salerno è la seconda città in campania a più alto tasso di delinquenza dopo Napoli (ripeto, prendendo in considerazione solo i reati denunciati e sappiamo bene quanta omertà ci sia al riguardo), in perenne ascesa (era 85esima fino a qualche anno fa, ora è quarantesima), fonte istat, cerca su google. Tornando al caso specifico: il parco del mercatello era stato inaugurato in pompa magna dall’amministrazione precedente come il più grande parco verde europeo, è ora nel più totale abbandono e degrado, ci spacciano a qualunque ora. Se per te questo è un miglioramento non so cosa dirti, magari vivi ad Alcatraz

  7. La filosofia del “mal comune mezzo gaudio” non porta lontano. Hai citato delle metropoli e il paragone mi sembra improprio perché quando in una città di 135000 abitanti si comincia a sparare per strada con una certa frequenza, per di più nella stessa area, un campanello d’allarme deve suonare. La zona orientale, il centro storico e i rioni collinari sono sempre state aree sensibili; lo spaccio di stupefacenti è sempre stato fiorente nella nostra città, con gruppi malavitosi che hanno vissuto per decenni di tale attività. Chi ha dipinto un’oasi felice è stata la propaganda politica, che ha descritto per 25 anni a una città senza periferie mentre continuava ad addensare il disagio sociale sempre negli stessi punti, guarda caso proprio nei rioni intorno al parco dove adesso si spara e si spaccia a più non posso.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.