De Luca contro i leghisti: «Cafoni e sciacalli. Speculano sul caso Incurabili»

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
6
Stampa
«Ci sono alcune componenti di leghisti che sono veramente fatte da cafoni, sono veramente dei cafoni, degli sciacalli. Stiamo parlando di un edificio di cinquecento anni fa. E si permettono di fare sciacallaggio sul fatto che si è verificata una incrinatura in questa struttura. Che c’entra la Regione con tutto questo?».

Così il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, ha replicato alle critiche rivolte alla Regione dagli esponenti napoletani della Lega per i cedimenti avvenuti nell’antico complesso che ospita l’ospedale Incurabili, nel centro antico di Napoli

«Dovremmo ricordare a questi della Lega Nord – ha aggiunto il governatore – che stiamo aspettando da un anno che il governo di cui fanno parte sblocchi un miliardo e 80 milioni di euro per il piano per l’edilizia ospedaliera proposto dalla Regione, un anno di attesa senza che abbiano deciso niente.

Ci sono ospedali interessati a quei finanziamenti in tutta le regione – dal San Giovanni Bosco agli Incurabili – che stanno in difficoltà per l’irresponsabilità del governo nazionale. Noi siamo persone civili diversamente da questi tangheri. Io non mi sono mai permesso di dire che i quattro morti – non la lesione nel muro del palazzo – avuti nel reparto di Pediatria a Brescia sia una responsabilità del governo regionale della Lombardia o che l’epidemia di legionellosi che abbiamo avuto al Nord sia stata una responsabilità di qualcuno. Purtroppo essere civile in questo Paese è diventata una rarità».

Fonte Il Mattino

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

6 COMMENTI

  1. de luca dimentica cio’ che e’ successo al San Giovanni Bosco di Napoli, dimentica come è ridotta la sanità campana,!!

  2. e’ un povero demente che ancora non si e’ accorto che la gente si e’ svegliata dal sonno e le sue stronzate non fanno piu effetto.

  3. Sbruffoneria e presunzione allo stato puro!
    Senza dimenticare la “cafonaggine” che sprizza da tutti i pori

  4. De Luca sta cercando di rimediare a tutti i guai fatti da chi lo ha preceduto. Non ha la bacchetta magica. Mai nessuno in Campania, fino ad ora, è riuscito a fare meglio di lui….

  5. Quando c’è da fare il Fenomeno e’ il primo a metterci il cappello… quando, invece, non ci capisce una beata cippa… ED IN EVIDENTE DIFFICOLTÀ … non è mai colpa sua, scarica il barile e parte di insulto.
    Ad ogni buon conto… Il miliardo e ottanta milioni stanziatogli da qualcuno.. tra Renzi e/o Gentiloni.. al governo per qualche annetto.. che non gli hanno sbloccato neanche questi ultimi… .. sarebbe stato…. particolarmente difficile da fare dal successivo ed attuale governo degli incapaci che, purtroppo, per questo sistematico pipparolo seriale, è in carica dallo scorso giugno ma, tecnicamente, operativo solo da settembre.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.