Vittoria scaccia fantasmi ma prosegue la fuga dall’Arechi

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
1
Stampa
Vittoria fondamentale sul campo per la Salernitana, mentre fuori dal rettangolo verde restano delusione, amarezza e divisioni. La fuga dall’Arechi prosegue e sabato scorso poco più di duemila spettatori hanno assistito al successo in rimonta maturato con il Cittadella. Il tentativo della società di chiamare a raccolta i tifosi, dimezzando i prezzi dei biglietti, non ha prodotti particolari effetti, anzi molti abbonati hanno preferito disertare.

Così come alcuni gruppi ultras, che hanno continuato nella loro forma di protesta, rimanendo fuori dall’Arechi ad intonare cori contro la società. La tifoseria è, però, spaccata. Una parte dei supporters, infatti, dopo l’incontro capitolino con il co-patron è tornata sugli spalti della Curva Sud. E’ in tale contesto che, sabato scorso, la Salernitana ha affrontato e battuto il Cittadella.

Una vittoria che rappresenta un toccasana per la squadra di Gregucci, dopo più di un mese di agonia e di sofferenza. Partita bene, con il gol di Djuric, la squadra è finita sotto al termine del primo tempo, con gli avversari avanti per 2-1. Poi la reazione, nella ripresa. Con l’ingresso di Rosina, cambia la musica e la Salernitana in pochi minuti ribalta la situazione. Di nuovo Djuric, poi Minala, l’uomo delle rimonte, consentono ai granata di passare in vantaggio 3-2.

Poi, l’attaccante bosniaco fissa il punteggio sul definitivo 4-2, firmando quella che per lui è una storica tripletta. L’exploit di Djuric arriva, così, in un momento delicato per la Salernitana, che adesso si mette al riparo in classifica ma ha bisogno di un altro piccolo scatto in avanti per non rischiare ancora e mandare in archivio il discorso salvezza. La squadra granata, insomma, si tiene a galla. Il successo con il Cittadella scaccia i fantasmi ma non le tensioni di un campionato destinato a terminare senza infamia e senza lode.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

1 COMMENTO

  1. …non è solo una questione di allontanarsi dallo stadio x colpire la dirigenza..ma è anche una questione sociale con la disoccupazione e tanto malessere che non ha nulla davedere con il calcio… Salerno è una città al momento senza futuro e i giovani scappano…e dai tempi di Delio Rossi che i numeri di presenza calano ogni anno…e se per assurdo Lotito allestisse uno squadrone x il prossimo anno gli abbonamenti non supererebbero…i soliti 5mila… purtroppo è verità amara

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.