Salerno: ‘Salviamo piazza Alario’ chiede riassetto serio di alcune zone cittadine

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Proporre una nuova visione che riporti al decoro spazi della città di Salerno che sono veri monumenti della storia cittadina. E’ la richiesta che il comitato civico “Salviamo piazza Alario” ha inoltrato all’amministrazione comunale, chiedendo un incontro con il primo cittadino Enzo Napoli, dopo l’annuncio – dello scorso 12 settembre –di un percorso progettuale relativo alla realizzazione e ristrutturazione di parchi e giardini cittadini, tra i quali piazza Francesco Alario ed il Belvedere di via Benedetto Croce.

Il comitato civico, sorto proprio con l’obiettivo di tutelare l’area di piazza Alario dal degrado in cui versa ormai da tempo, chiede dunque all’amministrazione Napoli di poter visionare gli elementi progettuali e poter contribuire, con le loro proposte, con l’obiettivo di trovare soluzioni concrete ai problemi che affliggono la zona.

«Questo comitato si è costituito proprio per tutelare piazza Alario, la sua struttura e la sua identità storica, oltre che per elaborare proposte per la piazza, per la vivibilità e la mobilità dell’intera area occidentale della città», ha ricordato il rappresentante del comitato,l’ avvocato Giuseppe Bojano.

I membri del comitato chiedono dunque una fattiva collaborazione mirata alla riqualificazione della zona, avendo loro una visione privilegiata dell’ambiente urbano e delle sue reali esigenze perché vivono quotidianamente la piazza ed il quartiere. Tra le proposte avanzate dal comitato civico, dunque, l’adozione di un modello sostenibile e partecipato di gestione delle aree pubbliche e, in particolare di Piazza Alario e Belvedere di via Croce, che valorizzi e renda permanente la collaborazione tra associazioni di quartiere e Comune, ognuno secondo le proprie competenze, al fine di valorizzare gli spazi e creare opportunità di fruizione controllata del patrimonio pubblico.

«Entrambi gli spazi costituiscono – in una città con parecchi “non luoghi”, come purtroppo ogni centro urbano moderno -un essenziale patrimonio qualificante per l’intera comunità salernitana, per posizione, pregio urbano ed ambientale, utilità sociale» – spiega ancora l’avvocato Bojano.

Il tutto coordinato con un più generale riassetto dell’intera area occidentale della città, oggi stretta nella morsa di un traffico veicolare insostenibile, contrapposto alla grave carenza di mezzi pubblici, senza contare la presenza del porto il quale, oltre ad un’essenziale risorsa per l’economia cittadina, è anche una formidabile fonte di inquinamento acustico, ambientale e persino luminoso.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.