Stampa
Si chiude con 577 imprese in meno il bilancio tra aperture e chiusure nei primi tre mesi del 2019 in provincia di Salerno, -0,5% rispetto alla fine dell’anno precedente. Il risultato, il meno brillante degli ultimi 5 anni, è stato determinato dalle consistenti cessazioni (2.552) ma soprattutto dal significativo rallentamento delle iscrizioni (1.975). Va ricordato che il bilancio imprenditoriale del primo trimestre di ogni anno è storicamente caratterizzato da un valore negativo, a causa del concentrarsi delle cessazioni sul finire dell’anno precedente e, pertanto, nei mesi successivi è prevedibile registrare il consueto recupero.

Il saldo imprenditoriale del primo trimestre di ogni anno si attesta, per la provincia di Salerno, su numeri compresi tra le 300 e le 600 imprese in meno, ad eccezione del primo trimestre del 2018, quando il valore tra iscrizioni (2.377) e cessazioni (2.382) ha determinato una sostanziale stabilità imprenditoriale (saldo: –5 imprese).

Il dato sulle iscrizioni del periodo gennaio-marzo 2019 appare un campanello di allarme sulla vitalità del sistema imprenditoriale provinciale: le nuove attivitàavviate, per la prima volta meno di duemila, rappresentano il peggiore risultato dei corrispondenti trimestri dell’ultimo decennio.

Dalla distribuzione per macro settore delle imprese di nuove iscrizione emerge che quelle commerciali rappresentano più del 33% delle iscrizioni totali classificate del periodo gennaio-marzo. Seguono il settore dei servizi alle imprese (13% delle iscrizioni totali classificate) e quello turistico e delle costruzioni (entrambi al 12%).

La dinamica per forma giuridica evidenzia il buon andamento delle società di capitale che, con oltre quasi 500 imprese in più, registrano un tasso di  crescita dell’1,57%. Difficoltà per le società di persone (-191 in termini assoluti e -1,31% rispetto a fine 2018) e per le ditte individuali, con quasi 900 imprese in meno, dovute alla differenza tra le 1.000 imprese nuove iscritte e le oltre 1.900 chiusure di attività (-1,32%).

In diminuzione lo stock di imprese registrate nei tre settori numericamente più consistenti dell’economia provinciale: commercio (-0,83%), agricoltura (-1,84%) e costruzioni (-0,7%).

Questo, in sintesi, è quanto emerge dalle elaborazioni dei dati Infocamere effettuate dall’Osservatorio Economico provinciale della Camera di Commercio di Salerno.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.