Salernitana, l’attesa silenziosa di una città tra speranza e incredulità

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa

Sarà un pomeriggio al cardiopalma quello che si appresta a vivere domani il campionato di Serie B, giunto alla 38^ e ultima giornata con tutte le partite in programma che, per la prima volta in questa stagione, si svolgeranno in contemporanea alle ore 15. Un pomeriggio particolare lo vivrà Salerno e i suoi tifosi. Partiti con i galloni da play-off dopo un terzo posto targato Colantuono a novembre ecco la parabola discendente della Salernitana di Lotito e Mezzaroma. Il cambio della panchina con le dimissioni del tecnico ex Atalanta e l’arrivo di Gregucci illude la piazza per poche giornate con le vittorie in trasferta di Palermo e Ascoli. Ma progressivamente la squadra si sgretola e negli ultimi due mesi e mezzo ben 8 sconfitte un pari e una vittoria. Granata con un piede e mezzo in C e tifoseria incredula. A Pescara andranno in quasi 800, tanti rimarranno a Salerno a soffrire dinanzi a tv o a sentire la radio. E’ una città dall’attesa silenziosa, scaramantica, a tratti rassegnata. Bisogna crederci, è obbligo credere. Menichini, chiamato per l’ultimo appello a salvare capre e cavoli deve spronare alla vittoria. Non c’è più nulla da perdere…ribadiamo è finita si dice alla fine.

Incroci play-out/salvezza

Al Crotone manca un punto per la matematica salvezza- in un ipotetico arrivo alla pari a quota 41 con Salernitana e Livorno sarebbe infatti premiato dalla classifica avulsa- ed è difficile immaginare grosse difficoltà per i pitagorici nel match casalingo contro un Ascoli che non ha più nulla da chiedere al campionato (unica squadra senza obiettivi insieme al Brescia, al Benevento e al Cosenza che in questo turno osserva il riposo). Per il resto, lo scenario nei bassifondi è quanto mai ingarbugliato e si presta a diverse soluzioni: con Carpi e Padova già retrocesse, sono in quattro adesso a lottare per evitare l’ultimo posto che spedisce all’inferno e per i due che darebbero ancora la chance estrema del playout, mentre una soltanto alle 17.00 di domani potrà festeggiare la salvezza diretta. La situazione più grave, classifica alla mano, è quella del Venezia terzultimo (35 punti): i lagunari devono vincere a Carpi contro una squadra che non ha più nulla da dire in questo torneo ma che ci terrà a chiudere bene di fronte al pubblico amico e sperare nella contemporanea sconfitta del Foggia (37 punti) a Verona per scavalcarlo ed evitare la retrocessione diretta; un pareggio dei “satanelli” porterebbe le due compagini a pari punti (e in questo caso gli scontri diretti premiano gli uomini di Cosmi), ma a quota 38 attualmente ci sono anche Livorno e Salernitana, i cui risultati quindi sarebbero fondamentali… 

Chi si è complicata terribilmente la vita nelle ultimissime giornate è stata come detto proprio la Salernitana, che adesso trema: il match di Pescara è complicato, il rischio quantomeno dei playout per il club di Lotito (che ha appena sostituito in panchina Gregucci con Menichini) appare altissimo. Sta un po’ meglio il Livorno, a pari punti con i granata ma atteso da un impegno sulla carta più agevole a casa del Padova, già retrocesso: occhio però, i biancoscudati di recente hanno fermato Palermo e Benevento e battuto il Lecce, e vorranno regalare un’ultima soddisfazione ai propri tifosi. Insomma, una vera e propria bagarre in cui è arduo azzardare pronostici e fare previsioni: si deciderà tutto domani pomeriggio, nel degno epilogo di un campionato notoriamente equilibrato in cui nulla è scontato ma che mai, forse, è stato appassionante come quest’anno sia in testa che in coda fino all’ultimo minuto dell’ultima giornata. Ed allora, un occhio alla tv ed un altro ai tablet/smartphone oppure, per i più nostalgici, orecchio incollato alla radiolina, tutto in 90 minuti!

Il programma completo della 38^ giornata e la classifica:

BRESCIA-BENEVENTO

CARPI-VENEZIA

CROTONE-ASCOLI

LECCE-SPEZIA

PADOVA-LIVORNO

PALERMO-CITTADELLA

PERUGIA-CREMONESE

PESCARA-SALERNITANA

VERONA-FOGGIA

RIPOSA: COSENZA

1°  Brescia  67 punti

2°  Lecce  63

3°  Palermo  62

4°  Benevento  57

5°  Pescara  52

6°  Spezia  51

7°  Cittadella  50

8°  Cremonese  49

9°  Verona  49

10°Perugia  47

11°Cosenza  46

12°Ascoli  43

13°Crotone  40

14°Salernitana  38

15°Livorno  38

16°Foggia  37

17°Venezia  35

18°Padova  30

19°Carpi  29

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.