Reddito di cittadinanza e lavoro in nero: arrivano le prime denunce

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
3
Stampa
I controlli sui requisiti per il reddito di cittadinanza non sono solamente parole.

I carabinieri del nucleo operativo per la tutela del lavoro di Palermo hanno fatto scattare la prima denuncia ad una coppia: lei a marzo aveva fatto domanda, accolta, per il reddito di cittadinanza, ma il marito lavorava in nero come operaio in una ditta edile.  Fonte InvestireOggi.it

La storia arriva dalla Procura di Termini Imerese e ha come protagonisti due coniugi delle Madonie. Sono loro ad aggiudicarsi il poco onorevole primato. Da un’ispezione in una ditta edile è emerso un operaio impiegato senza contratto “la cui consorte – hanno spiegato i carabinieri – nello scorso mese di marzo, aveva presentato domanda (accolta ma con pagamento non ancora eseguito) per il conseguimento del reddito di cittadinanza per il nucleo familiare, omettendo di comunicare le previste variazioni al patrimonio, peraltro provento di attività irregolare”. Ora la coppia dovrà rispondere del reato di indebita percezione del reddito di cittadinanza.

Ma a pagare sarà anche la ditta. I militari infatti hanno deferito all’autorità giudiziaria un socio-amministratore della ditta edile in cui si è svolta l’ispezione, per una serie di violazioni in materia di sicurezza sul lavoro. Nel complesso sono state contestate sanzioni amministrative per un importo di 5 mila euro e comminate ammende pari a 52 mila euro.

Le notizie sui controlli dei requisiti per il reddito di cittadinanza stanno sortendo anche un altro effetto: chi teme verifiche di questo tipo sta rinunciando al sussidio (anche se molte richieste di rinuncia sono invece di protesta per l’importo riconosciuto inferiore alle aspettative).

In ogni caso sono molti i beneficiari del reddito di cittadinanza che hanno avanzato la richiesta di rinuncia, tanto che, verosimilmente, bisognerà predisporre un modulo apposito.

Fonte  Investireoggi.it

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

3 COMMENTI

  1. solo governanti impreparati ed arroganti potevano proporre il famigerato “reddito”.
    vi saranno migliaia di truffatori ad usufruirne,e certamente i veri poveri resteranno fuori da questa pessima legge. ma si sapeva che il lavoro nero non veniva intaccato, anzi molti prendono il nero ed il reddito, solo i due pessimi ministri non se ne sono accorti, ma che importa purchè prenderanno voti……
    svegliamoci prima che sarà troppo tardi

  2. quindi per lei lavorare a nero va bene “anzi molti prendono il nero ed il reddito” meglio lavoreranno gli onesti e chi ne ha diritto non i soliti truffaldini

  3. 16:12 io non sono favorevole a questa legge, ma quello che affermi tu è una sciocchezza. primo perchè i vincoli sono tanti, proprio per evitare abusi e false dichiarazioni; secondo perchè questa legge aiuta i poveri molto più degli 80 euro di renzi! sia perchè si parla di molti piu soldi a famiglia, sia perchè in questo caso vanno a chi non ha nulla, mentre gli 80 di renzi andavano a chi già aveva qualcosa, uno stipendio. lo sai? lo capisci?
    Poi, come si dice, qualunque sia la legge, fatta la legge trovato l’inganno..

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.