Al volante con il cellulare in mano: arrivano le multe automatiche

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
5
Stampa
Sarà molto più facile multare chi guida con un cellulare in mano: stanno infatti per partire i nuovi controlli automatici tramite telecamere, più o meno le stesse che vengono utilizzate per l’eccesso di velocità o per i divieti di sosta.

È tutto scritto nel nuovo Codice della strada ormai approvato dalla Commissione trasporti della Camera e ora pronto per iniziare l’iter legislativo vero e proprio che lo porterà, entro il 3 giugno, ad essere discusso o votato in aula.

Sta per cambiare dunque – ancora una volta – la legge fondamentale degli automobilisti e, come tradizione vuole, le modifiche arriveranno con la stagione estiva, durante gli esodi verso le località balneari. Tra le novità, viene consentito anche alle moto leggere, quelle da 120 cc in su, di entrare in autostrada, cosa che oggi non è possibile. In più, avranno spazio alcune disposizioni a tutela dei ciclisti.

Alla classificazione delle strade, si aggiungerà il nuovo tipo di “strada scolastica” per le vie in prossimità di scuole e altri edifici a uso scolastico; in esse sarà consentita la sosta, il movimento e le manovre connesse alle scuole (come ad esempio prendere o lasciare i bambini). Su queste strade potranno essere disposte particolari limitazioni negli orari di attività didattica, come il limite di velocità a 30 km/h e la Ztl.

Negli scorsi mesi si è parlato molto di inasprire le sanzioni contro chi guida con il telefonino in mano e, nel nuovo Codice della strada, queste istanze vengono recepite. Si parte, quindi, con la possibilità di semplificare «i procedimenti per l’applicazione delle sanzioni amministrative pecuniarie e accessorie anche in relazione ai nuovi strumenti di controllo a distanza che consentono l’accertamento della violazione con contestazione differita»: in pratica, la polizia potrà passare con un’auto su cui viene montata una telecamera e riprendere chiunque ha una mano sullo sterzo e un’altra sul cellulare.

Le immagini verranno poi visionate in centrale e di lì partiranno le multe direttamente a casa degli automobilisti. Automobilisti che, così, in deroga al principio attualmente in vigore, non subiranno la contestazione immediata dell’infrazione e, per difendersi, dovranno ricorrere al giudice (anticipando ovviamente le spese processuali).

Ricordiamo che la sanzione per guida con l’uso del cellulare scatta anche per chi non parla, ma si limita a prendere in mano lo smartphone: conta il fatto che venga distolta l’attenzione dalla strada.

Si vedrà poi se, tra le modifiche, entrerà anche la tanto richiesta sospensione della patente alla prima violazione, cosa che attualmente scatta solo nel caso di recidiva, ossia di infrazione ripetuta due volte in un biennio. «Nel mondo digitale e iperconnesso in cui viviamo è quotidiana l’immagine di chi invia sms, chatta su WhatsApp, controlla il profilo Facebook, si fa un selfie ovideo mentre sta al volante.

Distrazioni che spesso si pagano care, anche con la vita – sottolinea l’Asaps, l’Associazione Sostenitori e Amici della Polizia stradale per bocca del suo Presidente – È la sbornia del Terzo Millennio, un fenomeno in espansione geometrica, ora prima causa di morte e feriti sulle strade italiane».

Fonte LA leggepertutti.it

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

5 COMMENTI

  1. la sanzione per guida con l’uso del cellulare scatta anche per chi non parla, ma si limita a prendere in mano lo smartphone…quindi anche per chi fuma e guida che , credo, sia anche peggio! Speriamo

  2. ridicolo, siamo alla presunzione di colpevolezza. si continua nella direzione di fare cassa a scapito dell’automobilista, con la scusa della sicurezza.

  3. quindi è vietato pure fumare, accendere la radio, prendere il biglietto dell’autostrada o i soldi per pagare, rifarsi il trucco, mettersi il rossetto, guardare l’orologio, guardare un attimo il paesaggio alla sinistra, parlare con i passeggeri al fianco e quant’altro?? dita nel naso sono ancora legali o mi tolgono i punti sulla patente???
    Cari amici, qui si parte da un principio giusto ma con un’applicazione da SS. Dare la possibilità ad una telecamera di fare multe automaticamente sulla base di uno scatto fotografico è una cosa da criminali, servirà solo a fare soldi. Se prendo il telefono caduto a terra per esempio, e in quel momento mi fotografa la telecamera automatica vengo multato per uso di cellulare??
    Senza contare poi che la multa va fatta al momento, solo così c’è il valore educativo! altrimenti è solo una tassa, un’estorsione legalizzata, come per gli autovelox dopotutto…. andremo a intasare ancor piu i tribunali

  4. Questo, naturalmente, vale anche per gli autisti/e del CSTP che guidano per Salerno e provincia scrivendo messaggi o parlando col cellulare? Spero tanto di si. Sono rimasta sconvolta.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.