Caos Serie B, Lotito: “Le regole vanno rispettate”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
9
Stampa

Anche Claudio Lotito è intervenuto sul caos della Serie B nel corso del forum organizzato dal Corriere dello Sport intitolato “Il calcio che vogliamo”. Il presidente della Lazio e proprietario della Salernitana, salva dall’incubo play-out dopo la decisione della Lega di B, ha detto: “Dobbiamo tutelare l’interesse d’insieme e non solo quello dei singoli. Se il calcio è fondamentale, allora mettiamoci nella condizione di poter partire con un progetto fondato su regole semplici da rispettare. Ripartiamo davvero dalle infrastrutture: tutti oggi parlano di stadi e io sono stato il primo a proporlo”.

“Se uno non ha diritto, non può pretendere. Ci sono delle regole e vanno rispettate – ha concluso Lotito – la comunicazione in questo ha enormi responsabilità perché spesso non si riportano le cose per come sono in realtà”.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

9 COMMENTI

  1. Cosa dice la sentenza – Per il collegio giudicante, presieduto da Cesare Mastrocola, tra il 2015 e il 2018 Zamparini – accusato dai pm di falso in bilancio e autoriciclaggio – e la dirigenza hanno portato avanti una “sistematica attività volta ad eludere i principi di sana gestione finanziaria” così da riuscire a “rappresentare in maniera non fedele” il reale stato di salute delle casse societarie. In particolare, secondo il Tribunale federale, le “alterazioni” del bilancio al 30 giugno 2016 “hanno consentito di conseguire l’iscrizione al campionato di calcio 2017/18”. Il quadro si “evince dall’emblematica ricostruzione dei fatti come evidenziata negli atti penali”: Morosi e Gianmarva, “unitamente allo Zamparini”, hanno “ripetutamente perpetrato gli illeciti contestati” come dimostrato, secondo il Tfn, anche dalla “notevole mole di intercettazioni che hanno dato piena conferma dell’impianto accusatorio”.

  2. E allora tu devi sparire dal calcio. Prima ti sei venduto tutte le partite con il tuo amico babbiani, quel pagliaccio di tuo cognato ha bloccato i play out vergognosamente e illegalmente, ora tu melma stai usando la Salernitana per fare i tuoi porci comodi contro ogni regola. Sei una merda. Vattene via da Salerno tu e la tua gente di merda.

  3. X Emanuele
    Purtroppo per te, ti sarà antipatico, ma è la verità, poi ognuno la può pensare come vuole.

  4. Il Palermo e il Foggia hanno fatto degli illeciti gravissimi e devono anche essere graziati?

  5. Lotito ha ragione…chi imbroglia non viene punito?.. la lega ci affossò nell’era Aliberti…poi Lombardi
    Pagassero adesso..Palermo,Foggia come abbiamo pagato noi,Avellino,Bari,e tante altre squadre

  6. Chi imbroglia viene punito?? Allora perché la Lazio fu salvata e la vera Salernitana di Aliberti no?? A me che la Lazitana di merda si salvi non me ne può fregare di meno

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.