Tunnel tra Cittadella e Stazione: De Luca, non sia come quello di Napoli

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
5
Stampa
Sarà lungo 245 metri e sarà realizzato, in 24 mesi, grazie ai 15 milioni di euro investiti dalla Regione Campania. Stiamo parlando del tunnel pedonale che collegherà la Cittadella Giudiziaria di Salerno alla stazione centrale e quindi al corso Vittorio Emanuele. Un’opera di strategica importanza per chi deve raggiungere il nuovo Palazzo di giustizia. E che avvicina immediatamente due parti della città adiacenti ma finora divise tra loro.

Il governatore Vincenzo De Luca, evidenziando l’importante investimento della Regione Campania, ricorda anche altri interventi. Come il tunnel veicolare, già realizzato, che collega la Cittadella Giudiziaria e la Lungoirno a via Torrione e a Lungomare Tafuri. E quelli che saranno effettuati come l’allungamento della metropolitana fino all’aeroporto e il Trincerone Ovest. Ma anche l’elettrificazione della rete ferroviaria tra Salerno, Avellino e Benevento. Piccato il commento del Governatore con paragone con Napoli: “Trovo alienante la cittadella giudiziaria del capoluogo di regione: alle cinque di sera, lì, hai paura di camminarci”.

A Salerno è presente la Corte d’appello e quindi il nuovo tunnel sarà utile anche a chi verrà in treno dalla provincia e da altre zone. Il tunnel sarà realizzato in base a moderni standard di sicurezza.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

5 COMMENTI

  1. Sarà interessante vedere come eviteranno che diventi un ricettacolo di immondizia, normale e bipede.

  2. Il tunnel veicolare di via Torrione è un vero e proprio scempio urbanistico. Per realizzarlo si è reso necessario tagliare in maniera grossolana il marciapiede delimitandolo con degli orribili new jersey in cemento, nonché creare un pericolosissimo spartitraffico al centro della carreggiata. Inoltre la via antistante l’hotel salerno è rimasta un vicolo cieco, monumento allo spreco ed alla superficialità di progettisti e amministratori pubblici, unitamente all’enorme fontana trasformata in acquitrino dopo pochi mesi dalla sua inaugurazione in pompa magna.

  3. Sinceramente, considerato che quello della sicurezza di quell’area è un vecchio problema irrisolto, da Presidente della Regione non mi metterei a fare paragoni, ma proporrei delle soluzioni: c’è un commissariato di Polizia, c’è un ente che si occupa della gestione dell’area, c’è il Comune, c’è la Regione (che se non erro lì ha anche più sedi). Se non succede nulla di positivo è perché queste quattro realtà apparentemente non intendono risolvere quello che in fondo è un problema microscopico (TUTTO il centro direzionale non appara neanche a 1/3 di Salerno vecchia). Poi, i problemi si verificano dopo la chiusura degli uffici (dopo le 19, diciamo) e sono concentrati soprattutto nelle ore notturne.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.