Tar Lazio su Foggia, Avv. Rizzo: «Ingiustizia inaccettabile»

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
9
Stampa
Insomma vogliamo gridare, protestare, valutare ogni azione in difesa della serie B oppure, per diatribe interne, fazioni, bisticci lasciamo che il patrimonio calcistico cittadino venga a sfumare.

Quello a cui stiamo passivamente assistendo é il contrario dell’ affermazione della giustizia. La Salernitana e quindi noi cittadini di Salerno, stiamo subendo un ingiustizia inaccettabile.

Il decreto odierno del Presidente della Sezione del Tar Lazio a cui è stata demandata la cognizione del ricorso del Foggia è fuori da ogni regola del diritto.

Prima di tutto il giudice ha ignorato un difetto di giurisdizione essendo il sindacato demandato al giudice sportivo.

Poi ha reso una decisione che lungi dall’ essere un decreto è una sentenza semplificata. Infatti si è già stabilita la fondatezza ovvero il fumus del ricorso del Foggia, affermando la palese disparità di trattamento concretizzata dalla determinazione della LEGA di B.

Tale decisione condizionerà in negativo per la Salernitana sia la discussione della sospensiva fissata l 11 giugno prossimo che la sentenza dello stesso Tar. Il giudice non avrebbe potuto entrare nel merito, perché l art. 56 del codice del.processo amministrativo invocato gli consente solo di dare eventualmente una mera sospensiva legata a gravi ragioni di danno.

A tal uopo va detto che nessun danno attuale poteva lamentare il Foggia, atteso che la sua posizione era non ancora definita essendo sub iudice l’ appello del Palermo che se accolto toglierà ogni interesse al ricorso del Foggia stesso.

La decisione ha condizionato l organo di garanzia del coni che avrebbe dovuto rendere un parere poi non più reso.

Il problema ulteriore è che il decreto reso in modo abnorme allo stato non è nemmeno impugnabile.

Vogliamo compattare tutte le componenti del tifo ed istituzionali affinché gridano queste denunce e cerchino di contrapporre qualche iniziativa a quelle di Foggia, le cui componenti sono unite?

La stampa dovrà fare il suo lavoro per gridare anch esso quello che sta concretizzandosi.

Lo scrive in una nota l’Avvocato Antonio Rizzo

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

9 COMMENTI

  1. Testuali parole dell Avv.
    Quello a cui stiamo passivamente assistendo é il contrario dell’ affermazione della giustizia. La Salernitana e quindi noi cittadini di Salerno, stiamo subendo un ingiustizia inaccettabile
    Della serie sul campo dove il calcio si gioca siamo stati una chiavica però nei Tribunali dove il calcio non si gioca subiamo ingiustizie
    Caro avvocato per non avete iniziato a protestare ad agosto prima dell inizio campionato? Perché considerata la posizione Foggia Palermo e di altre squadre non vi siete fermati prima di partire? Ah…giusto….. i diritti Tv cioè soldi ……ed ora tremate ma mi sa che ci stanno preparando un grande pisellone

  2. Traduzione:in poche parole il Foggia c’è l’ha messo in quel posto ed a Salerno chi di dovere pur essendo a conoscenza di quello che poteva accadere visto lo scritto dell’avvocato è stato in un passivo silenzio comunque in Italia la giusti, IA a tutti i livelli fa SCHIFO

  3. Avvocato gentile insieme a quelli del venezia preparate pure voi il ricorso al tar come hanno fatto i cari amici foggiani e’un vostro diritto

  4. è una VERGOGNA giocare un play out con una società commissariata per rati gravi come riciclaggio è assurdo poter mettere a rischio la B con una società che ha truccato i bilanci e sotto indagine

  5. A mio avviso il TAR di regola dovrebbe occuparsi di affari amministrativi regionali e non a classifiche e quant’altro. A questo punto invece di fare questo casino era più opportuno disputare i play out (per far felici tutti!!!) poi la perdente play out nel caso in cui veniva stabilito in via definitiva la retrocessione del Palermo calcio sarebbe stata ripescata. In questo modo il Foggia non poteva fare ricorsi e finalmente capiva che ora mai doveva pensare solo alla serie C

  6. Va bene che palermo e foggia sono gravemente inadempienti ma la nostra grande società con a capo i nostri grandissimi presidenti ci hanno fatto vedere un campionato di m..da facendo disamorare anche i più accaniti tifosi,spaccando una tifoseria sempre passionale,attaccati da tutti per questo scempio,e tutto questo nell’anno del centenario.LIBERATE LA SALERNITANA

  7. Ma non esisteva la cd “clausola compromissoria”, che vietava alle società di calcio di rivolgersi ad altro tipo di giurisdizioni che non fossero quella sportiva…?

  8. I salernitani hanno ucciso la Salernitana! Sono soddisfatti tutti quei tifosi che in nome della “DIGNITAAAA……hanno abbandonato la Salernitana?? Prendessero esempio dai tifosi di Palermo e Foggia… E ,poi,in quanto alle autorità cittadine..è tutto un menefreghismo . Dove sta ora quell’Avvocato che ebbe da ridire su De Luca che voleva intervenire su Lotito?? Ha perso la parola…??Ora non interviene in favore della Salernitana? O aspetta questa volta che intervenga De Luca? Dove stanno i giornalisti battaglieri di una volta? Ma andate tutti a………

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.