Eboli, meretricio: pagano multa di 500 € per evitare notifica a casa

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
5
Stampa
Task force del Comune di Eboli contro il fenomeno della prostituzione. Continuano i controlli dei vigili urbani e negli ultimi giorni ben cinque uomini sono stati fermati mentre contrattavano prestazioni sessuali con le prostitute in località Campolongo,  lungo la litoranea eburina che, dal pomeriggio all’alba, è invasa da prostitute nigeriane, colombiani e dell’est Europa. I “clienti” sono stati multati con una sanzione amministrativa di 500 euro che hanno provveduto subito a pagare onde evitare che venisse recapitata a casa.

 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

5 COMMENTI

  1. secondo la mia umile e stupidissima opinione è qualcosa di molto paragonabile ad una estorsione. se paghi non lo dico nulla, altrimenti lo dico a casa. Questo evita pure che le persone, colpevoli al massimo di divieto di fermata (o sosta nel caso fossero scesi dall’auto), facciano ricorso vincendolo con molta facilità. Fermata in luogo non consentito, questo è il massimo che un vigile può fare in questi casi, salvo che non PROVI che il tizio stia contrattando prestazioni sessuali e che la signora sia una prostituta. PROVARE, non vuol dire supporre. E comunque se davvero stesse contrattando prestazioni sessuali il massimo che potrebbe succedere è un accertamento per eevasione fiscale. A meno che la supposta prostituta non sia detenuta e obbligata a svolgere tale professione…. ma in tal caso pare che i solerti sindaci si guardano bene dallo sventare tale sfruttamento e riduzione in schiavitù …. meglio farsi due soldi puliti con un facile ricatto. La prostituzione in Italia NON è reato, mettetevelo in testa voi pseudobigotti che sostenete da un lato libertà sessuali e dall’altro multe per fantomatiche contrattazioni. Su queste basi e se i fatti sono questi (semplice discorso fatto da un’auto con una persona su un marciapiede) in qualunque tribunale i sindaci/vigili verrebbero condannati a risarcire profumatamente i presunti automobilisti, incluso il danno d’immagine e violazione privacy. Ripeto, fino ad ora in questi casi non ho mai visto alcuna prova di una reale contrattazione di prestazioni, solo congetture e ricatti per fare cassa. Come per tanti autovelox su strade a scorrimento veloce con limite ad hoc a 40 poco prima della rilevazione…. poi dicono che il cittadino è cafone, delinquente, incivile…

  2. Niente più multe a chi si accosta, in auto, ad una prostituta. Lo ha stabilito la Cassazione. La sesta sezione civile ha annullato, con rinvio, una sentenza con cui il giudice di pace di Pescara aveva respinto il ricorso di un uomo sanzionato per aver violato l’ordinanza del sindaco di Montesilvano, che proibiva di “fermarsi con autoveicolo in prossimità di esercente il meretricio sulla via pubblica”. Il giudice di pace aveva confermato la sanzione, sia pure riducendola della metà (da 500 a 250 euro).
    Nel dare ragione all’uomo la Cassazione ha richiamato la giurisprudenza della Corte costituzionale, che nel 2011 ha dichiarato illegittima la norma contenuta nel “pacchetto sicurezza” (del 2008) con cui si assegnavano poteri straordinari ai sindaci per l’adozione di “provvedimenti a contenuto normativo ed efficacia a tempo indeterminato, al fine di prevenire e di eliminare gravi pericoli che minaccino la sicurezza urbana, anche fuori dai casi di contingibilità ed urgenza”….
    Quindi le multe dei comuni in funzione antiprostituzione sono illegali e anticostituzionali ed è per questi motivi che è sempre possibile contestare in merito l’operato delle varie Polizie Municipali facendo mettere nel verbale i motivi di contestazione….. a meno che la paura di mogli e fidanzate etc sia più forte…..

  3. A me piu’ che una multa sembra un’estorsione. Incapaci di tenere lonano da territorio quese signorine se la prendono con gli uomini . Non bisogna pagare ma contestare nelle sedi opportune perhe’ queste multe inventate dal niente non possono essere elevate soprattutto col sapore del ricatto

  4. Come mai multano una persona che ci parla e contro di loro nn si ci mettono ? Questa domanda la farei a chi ha applicato questa sanzione . Poi parlano di sicurezza . Un giorno per sfizio devo farmi multare e fare ricorso così vediamo se pago o mi risarciscono

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.