Dirigente picchiato, lettera al Prefetto «C’è chi ha violato il segreto d’ufficio»

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
All’indomani dell’aggressione subita a Palazzo di Città lo scorso 4 giugno da un ex dipendente comunale, il dirigente del settore amministrazione generale e finanze, Francesco Sorrentino, ha inviato una missiva al sindaco Vincenzo Servalli e al Prefetto di Salerno, Francesco Russo, con la quale, oltre a raccontare la sua versione dei fatti, ha chiesto al primo cittadino l’avvio di un’indagine interna per una possibile violazione del segreto d’ufficio e per chiedere l’adozione di provvedimenti volti a garantire una maggiore sicurezza a quanti lavorano al Comune.

«Lo scrivente – si legge nella lettera inviata via pec da Francesco Sorrentino – non ha sottoscritto mai alcun atto o provvedimento indirizzato al signor V.M. in relazione al rilascio dell’alloggio di servizio dallo stesso occupato anche dopo la cessazione dal servizio di custode dell’asilo nido, ma si è prodigato a formulare comunicazioni esclusivamente interne, indirizzate ad uffici e ad organi istituzionali dell’ente, per assicurare in tempi utili la figura di un nuovo custode per la struttura in argomento, dedicata ad un’utenza particolare, e per evitare un danno erariale».

Poiché l’aggressore avrebbe maturato la convinzione di individuare la responsabilità di tale rilascio nel dirigente, evidentemente sulla base di quanto appreso da altri soggetti interni all’organizzazione comunale, i quali in ragione della propria funzione hanno preso visione delle note interne, Sorrentino sospetta una possibile violazione del segreto d’ufficio nello svolgimento del procedimento amministrativo relativo al rilascio dell’alloggio di servizio di pertinenza dell’asilo comunale, poiché nessun atto notificato all’ex custode è stato mai da lui sottoscritto.

«Il grave episodio – prosegue Sorrentino – ha compromesso il buon andamento dell’amministrazione comunale. Per questo si chiede l’adozione di atti per promuovere l’accertamento di possibili responsabilità da segnalare all’autorità giudiziaria, in ordine alla violazione della normativa in materia per assicurare che tali gravi anomalie non si ripetano per il futuro».

Infine, Sorrentino, rivolgendosi sempre al primo cittadino Vincenzo Servalli, quale capo dell’amministrazione comunale, «in ragione dell’aggressione subita e delle gravi conseguenze patite sotto l’aspetto fisico e quello psicologico» ha invocato mediante anche un coinvolgimento della Prefettura di Salerno, un incremento delle misure a tutela della sicurezza di tutti i dipendenti comunali

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.