Maestra urla ai bimbi: “Non mi avete fatto regalo fine anno”. Alunni in lacrime

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
3
Stampa
Una maestra elementare dell’Istituto comprensivo “Politeama” di Palermo ha sgridato i suoi alunni perché non le hanno fatto il regalo di fine anno. Secondo quanto raccontato dagli stessi studenti ai genitori, la docente si sarebbe arrabbiata in seguito alla decisione di 14 famiglie degli alunni (su 16) di non partecipare alla colletta per comprare il pensiero. Una volta finita la lezione (e la strigliata), i piccoli hanno lasciato la classe piangendo. “Mi auguro che da grandi non sarete come i vostri genitori che vi stanno dando dei cattivi esempi”, avrebbe detto l’insegnante ai bimbi di terza elementare. La donna avrebbe anche rifiutato il regalo di un alunno, che aveva confezionato un segnalibro di carta fatto da lui. Lo riporta La Repubblica Palermo.

l piccolo, che aveva confezionato con le sue mani il pacchetto (con dentro il segnalibro) da dare alla maestra, è scoppiato in lacrime. “Non sei un bambino dell’asilo”, avrebbe detto la docente, probabilmente arrabbiata perché aveva saputo che i suoi genitori si erano rifiutati di partecipare alla colletta per il regalo.

“Tu eri nel gruppo per il regalo e ti sei ritirato”, avrebbe poi detto a un altro bambino (anche lui scoppiato in lacrime). E ancora: “Sono contenta di diventare dirigente scolastico così da non vedere più voi e i vostri genitori”.

 I genitori dei bambini hanno scritto e inviato una lettera di protesta alla dirigente scolastica e al direttore dell’ufficio scolastico regionale per chiedere che fino alla fine dell’anno la maestra non insegni più ai bambini. “È stata più volte segnalata per atteggiamenti non consoni. A Pasqua aveva preso per maleducati noi genitori per non averle fatto gli auguri”, ha raccontato una mamma a La Repubblica Palermo. “Stiamo raccogliendo le firme anche in altre classi per un’azione legale”, fanno sapere i genitori. Inoltre, i 14 bambini interessati non stanno più partecipando alle sue lezioni.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

3 COMMENTI

  1. I modi della maestra sono privi di saggezza e stile, ma dimostrano un giusto risentimento. Il signor Paolo, parlando così, o non ha figli o, se ne ha, non li segue. Un regalo non è sudditanza ma anche un modo per considerare la maestra dei propri figli come una persona di famiglia. I genitori che non educano i figli al rispetto delle cariche istituzionali sono i primi responsabili della mancanza di civismo sociale.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.