Niente serie B, il Tar boccia ancora l’Avellino di patron Taccone

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
6
Stampa
La città di Avellino non avrà due squadre nel calcio professionistico. Il Tar del Lazio ha respinto il ricorso dell’ex presidente del club biancoverde, Walter Taccone, che chiedeva la riammissione in serie B dopo l’esclusione decisa – l’estate scorsa – dalla Figc per irregolarità amministrativa relative a una fideiussione. A questo punto resta solo l’Avellino di De Cesare in serie C a rappresentare il calcio irpino. Per i tifosi la fine di un incubo, visto che ormai la piazza si è legata al nuovo club ripartito dalla serie D sotto il segno del patron del basket.

Eppure nei giorni scorsi in città si erano diffuse voci incontrollate che facevano trapelare un insolito ottimismo nell’entourage di Taccone, nonostante i numerosi verdetti tra giustizia ordinaria e sportiva, tutti negativi rispetto ad una riammissione nel campionato cadetto. L’ex patron dell’Avellino aveva anche iniziato nuovamente a reclutare i suoi collaboratori con la prospettiva di ricostruire la squadra esclusa dalla B. Ipotesi che il Tar del Lazio ha definitivamente cancellato.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

6 COMMENTI

  1. La domanda mi sorge spontanea: perchè Avellino condannato a ripartire dai dilettanti, mentre al Palermo solo penalizzazione di punti lasciandolo nella serie dove sta?

  2. Lasciando perdere sfottò e quant’altro, queste notizie dimostrano l’assurdità del sistema calcio in Italia. Chievo salvo quando doveva essere punito, il Palermo prima punito e poi miracolosamente perdonato, mentre altre squadre pagano a caro prezzo gli stessi errori. Anche lo stesso Venezia fa la voce grossa, quando tecnicamente lo spareggio lo dovevano fare (c’era da lamentarsi solo delle tempistiche). L’Italia è questo purtroppo…

  3. E vero,non c’entra niente il fatto che sono dei piecoroni,però meritavano la serie B molto più del Palermo,anche perchè così ci sarebbero stati 6 punti sicuro in più per la SALERNITANA.L’avellino cancellato per una fideiussone non falsa anzi regolare fino a qualche anno fà ed il palermo salvato dopo 3 anni di imbrogli,che schifo!!!

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.