Preso a schiaffi dai migranti l’attore di ‘Un posto al sole’

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
11
Stampa
Brutta avventura per Walter Melchionda, attore della fiction di Raitre “Un posto al sole“, originario di Castelluccio Cosentino, una frazione di Sicignano degli Alburni.

A raccontare la disavventura di Melchionda OndaNews.it. L’attore, verso le 5.30 del mattino si trovava a Sicignano degli Alburni in attesa di un autobus che lo portasse a Napoli. A quel punto è stato avvicinato da un gruppo composto da circa dieci ragazzi extracomunitari,di origini africane, che, forse in preda ai fumi dell’alcol, hanno iniziato a deriderlo.

Dalle risate, però, si è passati velocemente ai fatti, perchè uno di loro si è avvicinato all’attore e gli ha tirato uno schiaffo, schernendolo con la frase “Quant’è bello ‘u dottore“.

Melchionda, spaventato per l’accaduto, non ha reagito e ha cercato di allontanarsi dal gruppo che però ha continuato ad offenderlo e deriderlo.

“Non ho fatto prevalere il mio istinto e non ho reagito – racconta l’attore di “Un posto al sole” – altrimenti forse mi avrebbero massacrato di botte. E’ la prima volta che mi capita un’esperienza simile e davvero ho provato tanta paura. Non sono razzista, anzi, sono a favore dell’integrazione. Ma queste persone vanno appunto integrate e non rinchiuse nei ghetti. Inoltre credo che sia necessario verificare se tra loro ci siano delinquenti. Non oso immaginare se al mio posto ci fosse stata una ragazza ad attendere il pullman per andare a scuola“.

Fonte OndaNews

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

11 COMMENTI

  1. Purtroppo su molte tratte della sita e su alcuni treni esistono queste situazioni, vorrei sapere perché questa povera gente che arriva da fame e guerra, picchia e derida un popolo che gli dà un vitto e un alloggio.
    Questi senza se senza ma vanno espulsi a loro spese.

  2. Spero che i perbenisti e buonisti vari siano felici e contenti. …..e auguro loro di vivere un’esperienza “integrativa” in prima persona

  3. Da quando c’è il Capitone al governo queste cose non succedono più, è noto, sicuramente se lo è inventato. A proposito, ormai è un anno, quanti immigrati ha fatto rimpatriare il Capitone?

  4. Ma noo! I clandestini africani ci portano la cultura (Boldrini):
    Sara’ sicuramente una notizia falsa.

  5. Cortesemente la smetta di dire cavolate contro noi perbenisti è cercate voi che non siete perbenisti di integrarvi in questa società di occidentali

  6. Ma quale integrazione,ma voi credete ancora alla befana? Spero che anche altri pseudo vip dello spettacolo si trovino in queste situazioni e poi vediamo se fanno ancora i buonisti.

  7. Mi spiace, ma questi episodi, essendo sempre più frequenti , possono capitare a tutti, anche ai sinistri accoglioni.

  8. Sei il classico personaggio che fin quando non capitano a te certe cose fai il moralista e te ne freghi di chi ha subito una violenza. Aspetto quando capiterà a te o peggio a qualche persona a te cara, figlia, moglie, mamma, sorella se sarai così progressista.
    Ps. visto che sei così buonista, apri casa tua e accogli un paio di queste risorse a spese tue.
    A parole tutti bravi…

  9. ….. pure loro non ne potevano più di un posto al sole! basta! 30 anni di sta cazzata!!!!!!

  10. Tu fai molta confusione evidentemente non sei laureato,infatti esprimi il solito pianto negativo del melodico la mamma, la sorella,la zia e la nonna.Ti ricordo che in Italia ci sono 5 milioni di poveri ed altrettanti Anonimi a spasso che non sono perbenisti che per evolversi e migliorare devono integrarsi in un contesto di società che produce ricchezza senza aspettare lo stato che vi elargisce il reddito di cittadinanza.Capito Anonimo il concetto? Meno sud e più produttività

  11. Continuate a fare i negazionisti ……sperando che questa delinquenza importata non colpisca i vostri cari!
    Comunque ne puoi stare sicuro la maggioranza in Italia la pensa come il Capitone, e più si giustifica l’ingiustificabile e o capitone cresce sempre di più %.
    I veri razzisti sono i negazionisti.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.