Gli scarichi abusivi sulla spiaggia di Santa Teresa: la denuncia di Lambiase

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
1
Stampa
Una volta scorre un liquido carico di fanghi rossi, un’altra volta una colata di “latte di calce o di sapone”, poi ancora fanghi rossi e di tanto in tanto rivoli d’acqua che hanno odore di liquami di fogna!

Tutto questo viene versato periodicamente, dal canale situato nei pressi del chioschetto, sulla spiaggia di Santa Teresa frequentata da centinaia di famiglie.

Mi sono preoccupato di avvertire i Vigili Urbani, i tecnici della SIIS e di Salerno Sistemi, i funzionari dell’ARPAC.

Gli uffici dell’ARPAC, che nel mese di aprile fecero prelievo di un campione delle acque luride, mi hanno comunicato di aver trasmesso i risultati dell’esame in data 6 giugno 2019 al Comune.

Ho chiesto in più occasioni all’Amministrazione Comunale di comprendere le cause del fenomeno, ma fino ad oggi non ho ricevuto alcuna risposta.

Appena verrà di nuovo segnalato il problema, ho deciso di incaricare, a mie spese, un laboratorio di analisi “certificato” per il prelievo e l’esame delle acque “sporche”.

E’ mio dovere (anche se ricopro l’umile carica di consigliere comunale) produrre ogni informazione ed ogni attività possibile a tutela della salute dei cittadini.

Lo farò, anche se questa è responsabilità diretta del Sindaco della nostra città!

Lo scrive in una nota – Gianpaolo Lambiase  Consigliere Comune di Salerno – Salerno di Tutti

(foto pagina facebook Figli delle Chiancarelle con le immagini degli operai  Siis, che hanno in gestione la zona, stanno facendo i controlli per capire da dove provenga)

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

1 COMMENTO

  1. Già in passato ho segnalato lo sconcio rappresentato da quello scarico, osceno sia dal punto di vista igienico-sanitario che per le negative ripercussioni di carattere estetico indotte su visitatori e persone circolanti nei dintorni. In attesa che si scoprano e si riducano (o si eliminino) le cause che determinano il variopinto deflusso dei liquidi inquinanti, ribadisco che comunque occorrerebbe intubare il tratto scoperto che scorre ai lati della spiaggia e prolungarlo in estensione sull’antistante fondo marino, per un tratto sufficientemente lungo

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.