L’inferno di Iolanda la bimba di 8 mesi morta per cause da accertare

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
3
Stampa
Sono in corso le indagini per chiarire i contorni della tragedia avvenuta a Nocera Inferiore, nel Salernitano.

Una bimba di otto mesi, originaria di Sant’Egidio del Monte Albino, è morta per cause da accertare.

La piccola, secondo le prime informazioni, aveva sul corpo diversi lividi ed escoriazioni. I sanitari hanno tentato di salvarle la vita ma senza successo. I genitori vengono ascoltati dagli inquirenti ma non è stato definito con certezza quale sia stato il loro ruolo nella morte della figlioletta.

Il padre, originario di Pagani, e la mamma di Angri sembra fossero già conosciuti dai servizi sociali, come ha confermato il sindaco di Sant’Egidio. Per ora trapela il fatto che il decesso potrebbe essere dovuto a cause “non naturali”. La salma è stata sequestrata in attesa dell’autopsia.

Proprio sui genitori della piccola – scrive l’Avvenire – , che è arrivata già senza vita nella disperata corsa notturna al vicino ospedale Umberto I di Nocera Inferiore, si concentrano le indagini condotte dalla squadra mobile di Salerno e dal locale commissariato di polizia, coordinati dalla procura di Nocera.

Le ferite riscontrate sul corpo della bimba hanno subito allarmato i medici dell’ospedale. Nella giornata di sabato gli inquirenti hanno ascoltato i genitori della bambina. I due sono indagati per concorso in omicidio, ma non sono in stato di fermo. Gravano in particolare sul padre della piccola alcuni precedenti penali e seri problemi di tossicodipendenza. Nelle ultime settimane l’uomo era fuggito da una comunità di recupero.

Dalle prime testimonianze raccolte fra i vicini della coppia emerge anche che la mamma della piccola sarebbe stata più volte vittima di violenze da parte del marito: violenze mai denunciate alle autorità. Tuttavia le liti erano note ai vicini, che spesso sentivano piangere i bambini (la coppia ha un altro figlio di due anni).

La situazione di degrado in cui vivevano i due bambini era peraltro nota alle istituzioni locali e alla magistratura, come ha confermato il sindaco di Sant’Egidio del Monte Albino, Nunzio Carpentieri: «Il 15 giugno è arrivata una comunicazione ufficiale da parte della procura in merito all’attivazione di un monitoraggio sulla famiglia. Noi quindi li seguivamo ed eravamo a conoscenza delle problematiche. I nostri servizi sociali hanno anche effettuato delle visite.

Però c’è anche da dire che nessuno aveva mai presentato una denuncia ufficiale in merito a violenze: né la mamma dei bimbi né tantomeno i familiari. Di sicuro è un fatto sconvolgente, ed è altrettanto certo che qualcosa non ha funzionato. Cercheremo di capire cosa».

Mentre i servizi sociali del Comune stavano cercando di capire quale provvedimento potesse essere adottato per tutelare i due piccoli, è sopraggiunta la morte della bimba. Ora tutti in paese e nel quartiere San Lorenzo, dove viveva la piccola, si chiedono se intervenendo prima si poteva evitare questa tragedia.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

3 COMMENTI

  1. sti servizi sociali stann nguaiat così come il sindaco e tutte le istruzioni che ne erano a conoscenza…..mentre si è pensato,la piccolina è morta….invece di agire,fare fatti concreti…sit tutt quand na band e sciem

  2. E certo che sì poteva fare qualcosa!! Qualsiasi cosa era meglio dell’indifferenza che ha ucciso questa piccola vittima

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.