Salerno: gemellini nati alla 33esima settimana grazie all’equipe di Petta

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
5
Stampa
Ancora un miracolo del dottor Raffaele Petta e i due gemellini nati alla trentatreesima settimana.  Melinda e Deborah sono una coppia di fatto che il 23 giugno scorso hanno coronato il proprio sogno: avere figli. Il tutto è stato possibile grazie al dottore Raffaele Petta. Alla 33esima, settimana, nonostante il quadro clinico complicato, sono nati Melany (1450 grammi) e Santiago (1775 grammi).

Uno dei gemellini era andato in sofferenza ed in seguito ad un consulto telefonico con il medico era stata concordata l’esecuzione di un taglio cesareo di urgenza. Il dottore Petta, Primario del Reparto di “Gravidanza a rischio”, per la delicatezza del caso, è prontamente accorso all’Ospedale San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona di Salerno e con la sua supervisione i dottori Mario Polichetti con il dottore Michele Romaniello e l’ostetrica Elvira Figliolia hanno eseguito l’intervento. I gemellini sono stati assistiti dal dottore Raffaele D’Ambrosio e dalla dottoressa Angela Plantulli

Gravidanza a rischio, l’angelo Raffaele Petta e i due gemellini nati alla trentatreesima settimana 27 giugno 2019

La storia

A febbraio 2018 era arrivata la desiderata gravidanza, ottenuta con la tecnica procreazione assistita effettuata a Malaga, in Spagna. Deborah portava avanti la gravidanza ma il piccolo Lèon, dopo la rottura della sacca e la perdita del liquido amniotico, oltre ad un’infezione entrata in circolo sia per la mamma che per il piccolo, ha avuto fin da subito poche speranze di vita.

In quei giorni dolorosi c’è stato il primo incontro con il dottore Raffaele Petta, che ha ravvisato la necessità di intervenire per evitare che la setticemia potesse provocare ulteriori danni a Deborah. A novembre 2018 la lieta notizia di una nuova gravidanza e poi il parto. Le notizie sono state fornite dalla mamma dei gemellini e non dal dottore Petta, che non ha potuto rilasciare dichiarazioni perché non autorizzato dalla Direzione del Ruggi. La famiglia ha voluto però ringraziare il dottore e l’equipe.

 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

5 COMMENTI

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.