Riconoscimento doppia genitorialità: primo caso nel Comune di Pontecagnano

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
9
Stampa
Giornata storica al Comune di Pontecagnano Faiano, dove questa mattina si è provveduto alla registrazione dei piccoli Santiago e Melany, i gemellini nati da Deborah Melella e Melinda Cataldo, lo scorso 23 giugno, grazie alla tecnica della procreazione assistita.

Alla presenza del Sindaco Giuseppe Lanzara, che ha fortemente sostenuto la battaglia per il riconoscimento dei piccoli nonostante le diverse indicazioni della normativa vigente (Legge Cirinnà 20 maggio 2016, n. 76),  ai bambini è stata riconosciuta la doppia genitorialità.

La linea del Primo Cittadino segue la tendenza della giurisprudenza a tutelare i diritti dei minori, infatti numerosi casi verificatisi in Italia attestano la volontà dei Giudici ad esprimersi favorevolmente sulla questione, considerata anche la condizione che esista, come nel caso specifico, legame biologico con entrambi i genitori.

Entuasiaste e commosse Deborah Melilla e Melinda Cataldo, unitesi civilmente nell’anno 2016: “Ringraziamo caramente il Primo Cittadino per l’attenzione e la sensibilità mostrate nei nostri confronti e nei confronti dei nostri bambini. Temevamo in  un “no”, però abbiamo confidato fin da subito nella disponibilità di Giuseppe Lanzara, che nei fatti ha sempre promosso azioni in favore dei piccoli della città. Aupichiamo infine in un cambio di rotta a livello nazionale: tutti devono avere diritto ad una famiglia”.

“Il riconoscimento odierno è un atto di doverosa ratifica di un principio di libertà che io, come Sindaco, ho il piacere di condividere oggi con voi e con la comunità tutta. Una famiglia si definisce tale dove c’è amore, dove c’è unione, dove c’è gioia. Auguri a voi perché sappiate trasferire questi sentimenti ai vostri figli ed auguri ai vostri figli affinché possano vivere sempre in salute, con passione ed in armonia se stessi e con gli altri” – ha dichiarato con convinzione Giuseppe Lanzara.

L’auspicio del Sindaco di Pontecagnano Faiano è che quello di stamattina rappresenti un segnale concreto per il Governo affinchè legiferi in materia di genitorialità omoaffettiva. Per questo nelle prossime ore partirà dal Comune una lettera di invito e di sollecito agli organi di competenza a considerare la necessità di riempire un vuoto normativo che mortifica i sogni e la dignità di chi si ama.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

9 COMMENTI

  1. e la tripla a quando? poi chiaramente vorrei pure la quadrupla quintupla e perchè porre limiti alla “libertà”??? vi saluto, ho voglia di fare un figlio con il mio gatto, lo amo, sapete? voglio dare a lui la possibilità di essere padre, posso? è amore! suvvia non fate i bigotti

  2. Schifo totale! Per chi in nome della modernità si vende come una puttana! A proposito i trogloditi sapevano che con i dinosauri non sì potevano accappiare!

  3. BRAVO! BRAVO! BRAVO! ….FOSSERO TUTTI COME TE NON CI SAREBBERO PIU’ POSTI ALL’INFERNO!!!!
    TI PERDONO ANCHE DI AVER PRESO LA COMUNIONE A FAIANO DURANTE L’ELEZIONI!
    COME LO SO…IL DIAVOLO SA TUTTO!

  4. Sindaco fatti fotografare anche per mettere apposto il paese,smog,traffico,strade dissestate ,tutto fermo a 50 anni fa

  5. 20:24, hai ragione! il tuo è anacronistico! Oggi, forse non te ne sei ancora accorto, c’è libertà per tutti, io posso vivere senza nessun problema con una o piu persone del mio stesso sesso, nessuna legge me lo impedisce. Il MATRIMONIO è una cosa diversa, e i bigotti come te dovrebbero impararlo. Eh sì, bigotti, perchè siete chiusi nelle vostre false convinzioni, o almeno personalissime opinioni, e volete farle passare per verità incontrovertibili. Come me la pensano vari amici omosessuali, e gli stessi D&G, i quali hanno dichiarato che i gusti sessuali sono un problema loro e non vogliono essere identificati con i loro gusti! Inoltre affermano che la famiglia è una cosa diversa: un uomo e una donna che hanno l’obiettivo di fare dei figli. E io sottoscrivo. Sono omofobo come D&G e altri che conosco personalmente, i quali convivono con compagni dello stesso sesso.
    Forse un giorno capirete che i veri bigotti siete voi, chiusi nella vostra presunzione di stare dalla parte della ragione. Due uomini o due donne possono essere compagni, e io non ho nulla in contrario anzi me ne frega niente, ma non possono essere GENITORI. Dimostratemi il contrario, voi “aperti”

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.