Ronde a Cava, band salernitana malmenata: scambiati per ladri

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
13
Stampa
La band salernitana Vico Masuccio aggredita a Cava. Dopo il caso dei tre sordomuti scambiati per ladri, l’ultimo episodio è accaduto nella tarda serata scorsa. A confermarlo è la stessa band che, all’una di stamattina, pubblica un video attraverso cui ricostruisce i fatti. Nel breve volgere di qualche ora è reso noto, attraverso i social, da una persona molto conosciuta che così scrive al Primo cittadino Vincenzo Servalli: “Caro sindaco, c’ è stato un ‘altra brutale aggressione ad alcuni ragazzi della band musicale Vico Masuccio di Salerno da parte di ronde non autorizzate (mi auguro). Il fatto è accaduto ieri sera a Santa Lucia. Questi si sono avvicinati a una coppia di ragazzi un uomo e una donna che stavano caricando gli strumenti (una batteria) in auto. Si sono avvicinati e senza chiedere nulla hanno cominciato a picchiarli. La band è composta da ragazzi di Salerno e stava ritirandosi da una serata musicale. Ti sembra che sia normale? Devi fare urgentemente un consiglio comunale ad horas per prendere le distanze e un’ ordinanza sindacale che vieti le ronde. Ne va della credibilità dell’ Amministrazione comunale in primis e della città e dei cavesi onesti. Sono già due i fatti gravi accaduti, che aspettate il morto?”.

Fonte Anteprima24.it

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

13 COMMENTI

  1. purtroppo devo confermare il fenomeno, ho più di un amico che è stato fermato, minacciato o aggredito da questi delinquenti… questi sono semplici delinquenti e imbecilli, la cosa peggiore è che tra di essi ci sono persone di 30-55 anni che dovrebbero avere un minimo di cervello funzionante, invece sono solo inutili idioti che giocano col fuoco, tra l’altro disturbando l’attività delle VERE forze dell’ordine le quali devono stare dietro pure a loro, oltre che ai ladri che purtroppo da settimane imperversano in città a tutte le ore e pure con i cittadini in casa..
    Spero che questi imbecilli che fanno queste finte ronde vengano bloccati quanto prima, fanno male alla città e ai cittadini normali, essendo loro assolutamente incapaci di capire qualunque cosa, ancor meno se uno è un ladro o no.
    Attualmente li trovate stazionati all’incrocio dopo il ponte che dalla ss18 va verso Pregiato, in prossimità del palazzetto mai terminato e vicino alle case popolari. Si sa chi sono, ho le foto delle loro macchine e con un rapido giro di domande tra amici del posto si sa pure nome e cognome, quindi la Polizia che ha tutti i mezzi e l’autorità può bloccarli anche in questo momento.
    Da notare che mentre i cretini erano occupati nelle loro idiozie, i veri ladri stavano svaligiando l’ennesima casa nei paraggi! Che imbecilli.
    Dimenticavo, sappiate che non c’è nessuna legge che vi autorizza o vi fa da attenuante per questi gesti, neppure l’ultimo decreto sicurezza, sappiatelo. Al massimo potete SEGNALARE alle FFOO, nulla di più. (a meno che non vi troviate i ladri DENTRO casa, ma non sono questi i casi)

  2. e ovviamente non poteva mancare il commento razzista e gratuitamente offensivo del solito andrea. sappi caro “sprovveduto” che la tua aaffermazione è esattamente uguale a quelle tipo “i neri sono delinquenti” che tu tanto condanni. Ma che te lo spiego a fare, sei tanto presuntuoso che non ci puoi arrivare.

  3. A Cava sta accadendo una cosa semplice: lo Stato è scomparso.
    Hanno permesso, con videocamere ovunque, di far brutalizzare intere famiglie da ladri seriali. Dopo denunce, continui accorati appelli, di cittadini ipercivili; lo Stato, la Regione, il Comune sono tutti latitanti.
    In pratica l’impotenza regna sovrana.
    Con queste premesse, si raccolgono questi frutti.
    E quello che succede da no,i ora, è solo l’inizio. Si estenderà ovunque….
    Le barbarie sono solo all’aperitivo ….

  4. Ho un amico ex carabiniere che ha lavorato soprattutto negli ultimi anni in una amena cittadina toscana nonchè nota località turistica, e mi ha comunicato che all’inizio degli anni 2000 si ebbero molti furti nelle case e lui mi ha confessato come debellarono definitivamente il fenomeno. Studiati i movimenti delle bande e i loro possibili obiettivi, si appostarono in borghese alcuni della locale compagnia CC all’interno delle abitazioni, finchè una sera li sorpresero in flagranza di reato e li pestarono di santa ragione accorgendosi alla fine che erano prevalentemente di etnia rom provenienti da Roma ma accompagnati da alcuni “pali locali” e dopo la solenne bastonatura li portarono ammaccati e feriti in strada e chiamando i soccorsi fingendo un sinistro stradale. Risultato? Da allora in quella cittadina ad oggi non ci son stati più furti nelle case, perchè il segnale è stato colto. Perchè non si fa più così? Ci vuole tanto ad individuare dei ladri? Però come diceva qualcuno che mi precedeva questo lavoro fatelo fare ai veri professionisti della materia,ovvero alle forze dell’ordine e non a improvvisate ronde di paese pardon di frazioni calde come S.Lucia, perchè poi c’è il rischio che si prendano fischi per fiaschi come d’altronde è già accaduto………………………

  5. X uomo pirla nero: Non sono stati io a commentare…il vostro dialetto manco lo capisco…ma so che visti i vili che popolano sti forum non sono sorpreso che qualcuno possa scrivere a mio nome ( mi scuso ovviamente se è un semplice caso di omonimia).
    Libero di credermi o meno…ovvimamente.

  6. Per quanto riguarda le ronde, i leghisti e i fascio forza novisti intelligentoni le fanno anche nel paese in provincia di Como in cui vive mia sorella. Ovviamente usano la solita scusa del patriottismo di sto caz..e della legalitá quando non devono seguirla loro per primi, si sentono come gli squadristi degli anni 20-30. La polizia dovrebbe denunciarli.

  7. ti pareva che il cretino finto milanese non appariva di nuovo, cretino, presuntuoso e psicopatico oltre che violento nell’anima

  8. chiamate un medico per andrea vi prego, sta impazzendo! vede fascisti da tutte le parti, aiutatelo prima che sia troppo tardi. quelli come lui prima o poi fanno una strage

  9. ho parlato con persone del luogo presenti al momento del presunto errore dei tre sordomuti, ebbene, pare che più di una persona abbia visto uno dei “sordomuti” parlare a telefono … ora non so se sia vero, ma non sarebbe certo il primo caso di truffa del genere, dopo i falsi ciechi e i falsi invalidi. Inoltre un sordomuto potrebbe benissimo rubare o fare da palo, l’essere sordomuto non implica disabilità totale al movimento.
    Infine, erano stati segnalati tra alcune terre e proprietà private poco prima, alle 23 della notte, infatti è da quello che è partita la segnalazione con il triste epilogo. Con questo non voglio né giustificare la violenza né accusare i sordomuti, ma solo aggiungere dettagli per chiarezza di cronaca. Forse qualche indagine in più servirebbe, anche perchè i furti stanno continuando, solo ieri a cava mi hanno parlato di altre cinque segnalazioni e furti in casa…
    Le ronde con annessa violenza e richiesta documenti sono illegali, sono il primo a dirlo, ma continuo a non capire i buonisti quale soluzione hanno per questo fenomeno, considerando che pure se arrestati vengono rilasciati dopo qualche ora.. è ovvio che il cittadino che si trova rapinato nel mezzo della notte in casa propria sia perlomeno “arrabbiato”, no?

  10. kaled, oltre a quello che dici tu che mi hanno confermato persone presenti quella notte, aggiungo che “pare” che nell’auto o nella disponibilità di quei “sordomuti” siano state trovate varie targhe e materiali potenzialmente da scasso di cui non hanno giustificato la provenienza. Quindi mi associo all’auspicio, spero che si faccia chiarezza su quei soggetti perchè questa storia ha sempre meno a che fare col razzismo di cui si è parlato all’inizio, ma poi è stato tutto messo a tacere

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.