Presunti abusi sui bimbi dell’asilo: nel pc non è stato trovato nulla

Stampa
Nei computer sequestrati agli imputati coinvolti nello scandalo degli abusi sessuali all’asilo di Coperchia, non è stato rivenuto materiale di natura pornografica né pedopornografica.

Da accurate indagini informatiche è emerso che neanche il materiale cancellato sai pc sequestrati agli imputati non conteneva nessun elemento che poteva sostenere l’accusa. Lo scrive Il Mattino

Approfondimenti che sembrano scagionare gli imputati accusati di violenza sessuale aggravata ai danni di minori. Il nuovo colpo di scena è stato registrato l’altra mattina nell’ambito del processo sui presunti abusi sessuali ai danni dei bambini della scuola d’infanzia di Coperchia, ritenuti dalla Procura vittime di un giro di pedofilia messo in atto da sei persone tra bidelli e personale amministrativo in servizio all’asilo finito nel 2010 nell’occhio del ciclone.

Fonte Il Mattino

Commenta

Clicca qui per commentare

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.